Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.489,18
    +211,61 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    35.294,76
    +382,20 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    14.897,34
    +73,91 (+0,50%)
     
  • Nikkei 225

    29.068,63
    +517,70 (+1,81%)
     
  • Petrolio

    82,66
    +1,35 (+1,66%)
     
  • BTC-EUR

    52.304,32
    -1.472,39 (-2,74%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.464,06
    +57,32 (+4,07%)
     
  • Oro

    1.768,10
    -29,80 (-1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.471,37
    +33,11 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    25.330,96
    +368,37 (+1,48%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.182,91
    +33,85 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0041 (-0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0701
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0001 (+0,01%)
     

Il silenzio di Stellantis su Opel erode fiducia tedeschi - lettera

·1 minuto per la lettura
Logo Stellantis a Mirafiori

BERLINO (Reuters) - I leader di tre lander tedeschi in cui Opel ha delle fabbriche hanno scritto al Ceo di Stellantis, che controlla il marchio tedesco, criticando la mancanza di comunicazione per quel che riguarda i suoi piani per gli stabilimenti, che a loro dire sta minando la fiducia dell'opinione pubblica nell'azienda.

Alla fine di settembre, Stellantis ha annunciato ai media che lo stabilimento Opel di Eisenach sarebbe rimasto chiuso per almeno tre mesi a causa della carenza di chip a livello globale.

La scorsa settimana, Stellantis ha confermato di stare considerando di scindere sia l'impianto di Eisenach che la più grande fabbrica Opel a Ruesselsheim in delle entità legali distinte, dopo che il quotidiano Handelsblatt ha pubblicato la notizia, aggiungendo che le trattative erano già in corso.

I governi di Renania-Palatinato, Assia e Turingia, i lander dove si trovano le tre fabbriche Opel in Germania, non hanno avuto notizia di nessuna di queste decisioni prima che venissero rese pubbliche, secondo quanto affermano i presidenti nella loro lettera al Ceo di Stellantis Carlos Tavares, vista da Reuters.

"Fu proprio lei, signor Tavares, durante il suo periodo con Psa, ad assicurare un'aperta ed onesta comunicazione con i rappresentanti dei lander in cui Opel ha delle fabbriche, relativamente ai piani di Opel in Germania", si legge nella lettera firmata da Malu Dreyer, Volker Bouffier e Bodo Ramelow, datata 14 ottobre.

"Ci rivolgiamo a lei con questa lettera in virtù della nostra preoccupazione, prima che la fiducia sia consumata del tutto da ulteriori mosse a sorpresa di Stellantis".

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli