Italia markets closed

Ilo (Onu): nel II trim perse ore equivalenti a 400 mln posti lavoro

Voz

Roma, 30 giu. (askanews) - La crisi pandemica ha causato una perdita equivalente a 400 milioni di posti di lavoro. E' la nuova stima della International Labour Organization (Ilo), l'ente dell'Onu che si occupa di lavoro e che la stessa segnala essere "significativamente peggiore" rispetto alle precedenti analisi.

Secondo la quinta edizione dallo studio Ilo (Covid-19 and the world of work), infatti, nel secondo trimestre si verificato un calo del 14% sulle ore lavorate a livello globale, che equivale appunto a 400 milioni di posti considerando una settimana lavorativa di 48 ore.

Nelle stime diffuse a marzo l'Ilo aveva indicato un meno 10,7% di ore lavorate, equivalenti a 305 milioni di posti.

E la ripresa, peraltro incerta, secondo l'Ilo non sar sufficiente a recuperare il lavoro perso nel secondo semestre, nemmeno nello scenario migliore.

Lo studio propone tre scenari, in quello di base, la ripresa che segue le perdite far s che il calo complessivo di ore lavorate sia del 4,9%, equivalente a 140 milioni di posti in meno nel quarto trimestre, rispetto allo stesso periodo di un anno prima. Lo scenario pessimistico indica meno 11,9% di ore equivalenti a 340 milioni di posti persi. Lo scenario ottimistico meno 1,2% equivalenti a 34 milioni di posti persi, sempre su scala globale.