Italia Markets closed

Ilva, Emiliano: nessuno sconto a Di Maio, decida cosa fare

Rbr

Roma, 18 giu. (askanews) - Nessuno sconto "a di Maio come non ho fatto nessuno sconto a Calenda". Michele Emiliano, governatore della regione Puglia torna a parlare dell'Ilva di Taranto al suo primo incontro con il neo ministro dello Sviluppo economico e del lavoro, Luigi di Maio che invita a prendere una decisione definitiva sullo stabilimento pugliese sapendo che se manterrà fede alle promesse della campana elettorale in cui si è parlato di una chiusura della azienda siderurgica pugliese dovrà anche assumersi la responsabilità di ricollocare i lavoratori. Entrando al ministero Emiliano ha sottolineato come: "ripeto io non faccio, come non ho fatto sconti a Calenda che su questo non aveva le idee chiare su questo, non faccio sconti a di Maio". "Quel piano non funziona, non tutela i livelli occupazionali e la salute e quindi non si va da nessuna parte".

"Si deve scegliere, governare significa scegliere e non si può accontentare tutti. Il ministro - ha incalzato Emiliano- deve decidere se chiudere ma se chiude dovrà pensare a come rioccupare i lavoratori e ci sono molti metodi per farlo.

"La regione non può stabilire se la fabbrica deve andare avanti o meno È chiaro che quella fabbrica per la Puglia è stata una dannazione per numero di morti che ha provocato ma la tecnologia per non ammazzare la gente esiste".