Italia markets close in 11 minutes
  • FTSE MIB

    23.136,29
    +38,14 (+0,17%)
     
  • Dow Jones

    31.858,77
    -103,09 (-0,32%)
     
  • Nasdaq

    13.458,40
    -139,56 (-1,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.168,27
    +496,57 (+1,67%)
     
  • Petrolio

    63,20
    -0,02 (-0,03%)
     
  • BTC-EUR

    41.748,57
    +1.369,03 (+3,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.022,60
    +27,94 (+2,81%)
     
  • Oro

    1.776,00
    -21,90 (-1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,2237
    +0,0068 (+0,56%)
     
  • S&P 500

    3.899,43
    -26,00 (-0,66%)
     
  • HANG SENG

    30.074,17
    +355,93 (+1,20%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.702,59
    -3,40 (-0,09%)
     
  • EUR/GBP

    0,8650
    +0,0050 (+0,58%)
     
  • EUR/CHF

    1,1044
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,5306
    +0,0080 (+0,53%)
     

Immobili: Grimaldi (InvestiRe Sgr), 'Covid cambia strategia su uffici, serve ripensare spazi'

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·4 minuto per la lettura

Una strategia aziendale che ha funzionato negli anni scorsi per InvestiRe Sgr e che adesso si è evoluta per i radicali cambiamenti che la pandemia di Covid-19 ha portato nel corso del 2020. "Nei prossimi anni non diminuirà la richiesta di uffici, ma cambierà l'approccio con un ripensamento dei layout e con maggiori spazi condivisi. L'ufficio sarà uno spazio dove dialogare e condividere idee con i colleghi all’interno di luoghi comuni e di aggregazione e rimarrà dunque un luogo nevralgico degli affari e dell’organizzazione aziendale, pur con spazi completamente ripensati", spiega all'Adnkronos Rosario Grimaldi, Head of Office & Commercial della società del gruppo Finnat che gestisce un patrimonio di oltre 7 miliardi di euro distribuito su 48 fondi immobiliari. Per questo motivo, aggiunge, "ci siamo attivati con investimenti che seguono questa direzione".

Gli investimenti effettuati da InvestiRe hanno quindi consentito di far fronte al rallentamento registrato nel segmento uffici da febbraio 2020, causato principalmente dalla generale incertezza di mercato che ha messo in stand by gli eventuali piani di sviluppo dei conduttori. Comunque, spiegano da InvestiRe Sgr, la scarsità di prodotto di qualità su Roma ha favorito la tenuta dei valori e generato un selettivo incremento del prime rent negli ultimi 12 mesi. Tra le operazioni recenti di InvestiRe Sgr ci sono la locazione del Villino Rattazzi (2.500 mq), che ospiterà la sede italiana Netflix, e dell’immobile di via di Santa Teresa riallocato tra fine dicembre 2020 e inizio gennaio 2021 a due tenant di primario standing. Anche l’immobile ad uso uffici sito in via Abruzzi (circa 13.400 mq), acquistato nel secondo semestre 2019, ha registrato interessamenti sia da parte di nuovi conduttori che da parte di tenant già presenti ma che hanno manifestato la necessità di incrementare o modificare e trasformare le superfici già locate.

Inoltre, fra il 2019 ed il 2020 InvestiRE Sgr ha concluso l’acquisizione di diversi asset a destinazione uffici situati nel quartiere Pinciano/Ludovisi, per circa 100 milioni di euro e recentemente, a dicembre scorso, ha acquisito per un proprio fondo un immobile di pregio in zona Pinciana, locato a un primario operatore finanziario internazionale.

Nei piani di InvestiRe Sgr non c'è solamente l'acquisizione di immobili 'core'. La società si è orientata anche al segmento 'value add', che favorisce l’estrazione di maggior valore nella ridefinizione del concept. Come nel caso, ad esempio, dell’immobile di via Mazzola, 20mila metri quadri lordi che sono attualmente oggetto di una complessa riqualificazione per una primaria corporate internazionale. Obiettivi principali di questa iniziativa, spiegano ancora da InvestiRe Sgr, sono il bilanciamento tra spazi comuni e uffici in un concept orientato alla flessibilità e a modelli di collaborazione sul lavoro dove tecnologia, impianti, sicurezza e ambiente fanno parte di una soluzione integrata al servizio del conduttore secondo i più recenti modelli Esg.

"Abbiamo scelto di investire nel rinnovo degli immobili, puntando alla qualità del prodotto, perché riteniamo che asset rinnovati siano una garanzia nel lungo periodo e sono sempre i primi ad essere oggetto di attenzione degli investitori", illustra ancora Grimaldi. "Siamo infatti convinti che gli immobili all’avanguardia saranno il cardine della ripartenza economica in ogni settore in cui operiamo (uffici, residenziale, hotel e non solo) attirando gli investimenti e rispondendo ai trend che compariranno nel mercato nei prossimi mesi", conclude.

Anche per questo motivo, la società ha deciso nel tempo di formare un centro di competenza interno per la valutazione e il coordinamento di progetti complessi, in grado di interpretare le esigenze del cliente e al contempo sviluppare le soluzioni tecniche più aggiornate per innovare anche in fase di progettazione. Perché, dicono da InvestiRe, la spinta alla rigenerazione urbana e alle infrastrutture sarà una delle componenti più rilevanti negli investimenti del prossimo decennio.

Nel corso del 2020, InvestiRe ha anche confermato il proprio interesse nel settore alberghiero, privilegiando immobili di qualità in location strategiche. Con particolare riferimento al mercato di Roma, nel mese di novembre 2020, la società ha finalizzato l’acquisto dell’Hotel 'The Pantheon Iconic Rome – Autograph Collection', per conto di un fondo specializzato di tipo chiuso gestito dalla stessa Sgr. L’hotel cinque stelle, che si trova in via di S. Chiara a pochi passi dal Pantheon e dalle principali attrazioni turistiche della capitale, ospita 79 camere, oltre a due ristoranti e ad un lounge bar con terrazza panoramica. Tale acquisizione, ricordano da InvestiRe, segue ulteriori investimenti effettuati nel corso dei mesi precedenti sempre nel settore ricettivo di tipologia upscale-luxury, anche utilizzando l’expertise della società nella riqualificazione immobiliare, con focus sulla riconversione ad hotel di immobili esistenti nel centro storico della capitale.