Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.095,00
    +29,95 (+0,12%)
     
  • Dow Jones

    31.261,90
    +8,77 (+0,03%)
     
  • Nasdaq

    11.354,62
    -33,88 (-0,30%)
     
  • Nikkei 225

    26.739,03
    +336,19 (+1,27%)
     
  • Petrolio

    110,35
    +0,46 (+0,42%)
     
  • BTC-EUR

    27.767,28
    -94,19 (-0,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    650,34
    -23,03 (-3,42%)
     
  • Oro

    1.845,10
    +3,90 (+0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0562
    -0,0026 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    3.901,36
    +0,57 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    20.717,24
    +596,56 (+2,96%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.657,03
    +16,48 (+0,45%)
     
  • EUR/GBP

    0,8442
    -0,0039 (-0,46%)
     
  • EUR/CHF

    1,0288
    -0,0006 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,3556
    -0,0013 (-0,09%)
     

Import cereali a gennaio, +3,9% in quantità e +29% in valore

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 apr. (askanews) - Le importazioni in Italia dei prodotti del settore cereali, semi oleosi e farine proteiche nel primo mese del 2022 sono aumentate di 65.000 tonnellate nelle quantità (+3,9%) e di 149,2 milioni di euro nei valori (+29%) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Sono i dati forniti da Anacer, l'associazione nazionale cerealisti.

Nel mese di gennaio 2022 sono risultate in aumento le quantità importate in Italia di grano tenero (+71.000 t), granturco (+83.000 t) ed orzo (+35.000 t); in diminuzione invece gli arrivi di grano duro di 137.000 t (-48%).

L'import di farine proteiche aumenta di 9.300 tonnellate (+5,4%) nelle quantità e di 11,2 milioni di euro nei valori (+20%), mentre quello dei semi e frutti oleosi diminuisce di 13.000 t (-5,6%) nelle quantità ed aumenta di 21 milioni di euro nei valori (+18%). Le importazioni di riso (considerato nel complesso tra risone, riso semigreggio, riso lavorato e rotture) si rivelano in leggero aumento di 1.300 tonnellate (+5%).

Le esportazioni dall'Italia dei prodotti del settore cerealicolo nel primo mese del 2022 sono aumentate di 35.000 tonnellate nelle quantità (+10,4%) e di 99,0 milioni di euro nei valori (+34%), rispetto allo stesso periodo 2021. Risultano in aumento le vendite all'estero dei cereali in granella (+14.000 t), dei prodotti trasformati (+9.300 t), della farina di grano tenero (+5.500 t) e del riso (+5.400 t considerato nel complesso tra risone, riso lavorato, semigreggio e rotture). Si confermano allo stesso livello dell'anno precedente le quantità esportate di pasta (circa 150.000 t) con un controvalore in aumento di 36,5 milioni di euro (+23%).

I movimenti valutari relativi all'import/export del settore cerealicolo hanno comportato nel primo mese del 2022 un esborso di valuta pari a 669,5 milioni di euro (520,3 nel 2021) ed introiti per 393,8 milioni di euro (294,8 nel 2021). Pertanto il saldo valutario netto è pari a -275,8 Milioni di Euro, contro -225,5 milioni di euro nel 2021.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli