Italia Markets open in 3 hrs 11 mins
  • Dow Jones

    29.823,92
    +185,28 (+0,63%)
     
  • Nasdaq

    12.355,11
    +156,37 (+1,28%)
     
  • Nikkei 225

    26.820,72
    +33,18 (+0,12%)
     
  • EUR/USD

    1,2085
    +0,0006 (+0,0483%)
     
  • BTC-EUR

    15.279,23
    -208,91 (-1,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    362,73
    -17,13 (-4,51%)
     
  • HANG SENG

    26.548,78
    -18,90 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    3.662,45
    +40,82 (+1,13%)
     

Imprese: Marchesini (Confindustria), 'sviluppo e globalizzazione futuro imprenditoriale paese'

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

"Sono tre i temi che concorrono a delineare il futuro imprenditoriale del Paese: il ruolo che riveste da un punto di vista industriale in futuro, il nuovo modello di globalizzazione e gli sviluppi tecnologici". A dirlo Maurizio Marchesini, vice presidente Confindustria per le filiere e le medie imprese, intervenendo all'incontro 'Le filiere integrate per il rilancio del Paese', organizzato in collaborazione con The European House - Ambrosetti, il piano di Philip Morris Italia per l'apertura in Italia del nuovo Digital information service center (Disc), nella città di Taranto.

"Noi - spiega - siamo quelli che devono fare le cose difficili, belle, complesse, di qualità, personalità che gli altri o non sanno fare, non vogliono fare o non possono fare. Credo che questo sia il nostro destino industriale e in questo le filiere sono importantissime, perché sono la resilienza, la flessibilità, la possibilità di fare prodotti personalizzati. Sono lo sviluppo di quell'anima artigianale che l'Italia ha sempre avuto".

"Pensiamo - sostiene - che la nuova globalizzazione sarà una globalizzazione per grandi piattaforme, per mercati interni, ritenendo però per l'Italia l'Europa allargata. Un esempio è il 'cloud': noi non abbiamo un cloud europeo, quello che si usa è tutto americano e cinese. Finalmente è partito un consorzio sottoscritto da 18 imprese italiane e presto sarà realizzato un cloud europeo e conto che abbia una base importante in Italia".

Marchesini ha poi posto l'accento sull'importanza della tecnologia che "permette di fare a costi estremamente contenuti la personalizzazione, la possibilità di costruire a misura. Questo vale per tutto il mondo che si parli di moda, tecnologia, food". Il vicepresidente di Confindustria mostrando poi una valvola fatta per trasformare delle maschere da sub in respiratori nel periodo del primo lockdown per il personale addetto ai reparti Covid spiega che "questo oggetto è stato prodotto nella nostra ditta (Marchesini group spa ndr) sulle nostre stampanti 3D. Introdurre queste cose non ci ha affatto ostacolato perché contemporaneamente abbiamo fatto anche la 'nostra' produzione".

"Questa - sottolinea - è la sintesi di quello che potrà darci la tecnologia 4.0 che deve essere rilanciata dal sistema Paese. Dobbiamo far crescere anche la competenza delle nostre maestranze, ma anche la conoscenza dei nostri imprenditori. Per questo bisogna approfittare di questa grande occasione data dal recovery plan per ricostruire un'industria completamente nuova; le filiere saranno una parte essenziale, ci danno la flessibilità, l'intelligenza, la capacità di adattarsi al mercato. Come anche esemplificato dall'investimento di Philip Morris nel nostro Paese".

Infatti Marchesini afferma, riferendosi all'apertura in Italia del nuovo Digital information service center (Disc), nella città di Taranto dice che "è una festa questa iniziativa che celebra le filiere ed è supportata da Philip Morris che conosco bene nel territorio emiliano romagnolo".