Italia Markets open in 3 hrs 44 mins

Imprese per la sicurezza, consegnati premi di Confindustria e Inail -2-

Mlp

Roma, 26 nov. (askanews) - Il premio, rivolto a tutte le aziende, anche non aderenti al sistema Confindustria, è stato assegnato secondo il punteggio raggiunto (Award alla fascia più alta e a seguire i Prize) a categorie di imprese distinte per tipologia di rischio e per dimensione, a seguito di un lungo iter di valutazione che ha previsto anche visite in azienda. Inoltre menzioni speciali sono state riconosciute ad aziende che hanno sviluppato progetti specifici.

L'obiettivo dell'evento, cui il Presidente della Repubblica ha riconosciuto la medaglia di Rappresentanza, è quello di dare risalto ai migliori risultati, premiando le imprese per il loro impegno concreto per la sicurezza sul lavoro, dando così visibilità e riconoscimento alle aziende e ai progetti più virtuosi, che possano rappresentare un modello.

Per il presidente dell'Inail, Franco Bettoni, "la valorizzazione degli esempi virtuosi delle aziende che hanno scelto di investire in prevenzione è un modo per ribadire che la tutela dei lavoratori, oltre a essere un fattore di civiltà, rappresenta un valore competitivo per l'impresa. Sulla stessa linea insistono i meccanismi premiali introdotti dall'Istituto negli ultimi anni, come i finanziamenti a fondo perduto messi a disposizione dal 2010 attraverso le nove edizioni del bando Isi e lo sconto sul premio di assicurazione, riservato alle aziende che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro in aggiunta a quelli minimi previsti dalla legge".

"La sicurezza - ha commentato Maurizio Stirpe, vicepresidente di Confindustria per il lavoro e le relazioni industriali - nasce anzitutto da un'accurata organizzazione del lavoro nell'impresa. Serve attenzione e professionalità ma, soprattutto, un grande senso di responsabilità. La sicurezza sul lavoro non è, infatti, frutto del caso e non si raggiunge una volta per sempre. È, piuttosto, un obiettivo cui deve tendere il lavoro di chi deve continuamente intervenire sui processi produttivi. Poi, naturalmente, servono informazione e formazione, che sono gli ingredienti base per la prevenzione perché determinano comportamenti corretti. Solo con questo mix si crea in un'azienda un'autentica cultura della sicurezza".

Dopo aver elaborato una lista delle migliori aziende, il Comitato tecnico scientifico - costituito da esperti di Confindustria, Inail, Apqi e Accredia - ha individuato una rosa di finalisti tra i quali il Comitato di premiazione - composto da rappresentanti del mondo imprenditoriale, istituzionale e accademico - ha scelto i vincitori. (Segue)