Italia Markets open in 7 hrs 5 mins

Imprese, Wwf: carta e imballaggi possono migliorare sostenibilità -3-

Red/Voz

Roma, 25 nov. (askanews) - Data la crescente importanza del settore della carta e della cellulosa in Asia, il Wwf ha fatto un ulteriore assessment, basato sulle informazioni pubbliche di due grandi aziende cinesi (Lee & Man Paper Manufacturing e Nine Dragons Paper Holding) e di un'azienda giapponese (Daio Paper Corporation). Queste società sono state invitate, ma hanno scelto di non divulgare volontariamente informazioni sulle loro prestazioni e sulla loro trasparenza. Insieme, esse rappresentano quasi il 5% della produzione globale totale di pasta di cellulosa e carta, mentre Lee & Man Paper Manufacturing e Nine Dragons Paper Holding da sole rappresentano circa l'8% della produzione globale totale di imballaggi.

"L'Asia è la regione più dinamica, con carta e cartone che rappresentano quasi la metà della produzione mondiale - afferma Mauro Ciriminna, responsabile Sustainable Pulp, Paper and Packaging, Wwf Forest Sector Transformation -. In passato è stato difficile coinvolgere le aziende asiatiche, quindi il fatto che quest'anno siano state incluse 7 aziende asiatiche nell'EPCI è uno sviluppo importante. Queste realtà possono e devono svolgere un ruolo cruciale nel migliorare le loro pratiche contro la deforestazione, incrementando la certificazione Forest Stewardship Council (FSC) e promuovendo la produzione e il consumo responsabile di carta".

Quest'anno, 30 delle 84 aziende invitate hanno partecipato all'Indice (comprese le 3 aziende dell'assessment speciale), con l'adesione volontaria di 4 nuove aziende: Ence e Lecta (Spagna), JK Paper (India), Nippon Paper (Giappone). Insieme, queste aziende rappresentano il 18% della produzione totale dei produttori di pasta di cellulosa e carta in tutto il mondo.(Segue)