Italia markets open in 7 hours 13 minutes
  • Dow Jones

    33.597,92
    +1,58 (+0,00%)
     
  • Nasdaq

    10.958,55
    -56,34 (-0,51%)
     
  • Nikkei 225

    27.465,15
    -221,25 (-0,80%)
     
  • EUR/USD

    1,0510
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • BTC-EUR

    16.055,68
    -334,63 (-2,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    395,86
    -6,17 (-1,53%)
     
  • HANG SENG

    18.814,82
    -626,36 (-3,22%)
     
  • S&P 500

    3.933,92
    -7,34 (-0,19%)
     

Imu 2022, ecco chi non pagherà la seconda rata

(Adnkronos) - Si avvicina la scadenza per il pagamento dell’Imu. Il termine ultimo per pagare la seconda rata dell’imposta municipale unica è il 16 dicembre 2022. La lista delle esenzioni, però, potrebbe allungarsi. Secondo quanto contenuto nella bozza del decreto Aiuti quater, infatti, è prevista l’esenzione della seconda rata Imu per una categoria molto specifica: il settore dello spettacolo. In base a quanto scritto nel testo provvisorio del provvedimento, l’esenzione Imu spetta agli immobili rientranti nella categoria catastale D3, cioè quelli destinati per spettacoli cinematografici, teatri, sale per concerti e spettacoli.

L’esenzione è prevista a condizione che i proprietari degli immobili siano anche gestori delle attività esercitate. Come ricorda Money.it, la regola generale dell’esenzione Imu prevede che l’imposta non sia dovuta sull’abitazione principale e sulle relative pertinenze.

Di conseguenza, non devono pagare l’Imu i proprietari di un solo immobile adibito ad abitazione principale; le pertinenze di categoria catastale C2, C6 e C7, le unità immobiliari delle cooperative a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari; le unità immobiliari delle cooperative a proprietà indivisa destinate a studenti universitari assegnatari, anche in assenza della residenza anagrafica; i fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali; la casa familiare assegnata al genitore affidatario dei figli; un solo immobile non locato, posseduto dai soggetti appartenenti alle Forze armate, alle Forze di polizia, al personale dei Vigili del fuoco nonché a quello appartenente alla carriera prefettizia.