Italia markets open in 3 hours 24 minutes
  • Dow Jones

    30.946,99
    -491,31 (-1,56%)
     
  • Nasdaq

    11.181,54
    -343,06 (-2,98%)
     
  • Nikkei 225

    26.759,99
    -289,48 (-1,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0530
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • BTC-EUR

    19.336,75
    -442,72 (-2,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    441,16
    -8,91 (-1,98%)
     
  • HANG SENG

    22.056,70
    -362,27 (-1,62%)
     
  • S&P 500

    3.821,55
    -78,56 (-2,01%)
     

IMU, imposte sui redditi e aiuti Covid: tutte le scadenze di giugno 2022

(Adnkronos) - Si apre una calda stagione di versamenti e adempimenti in questo giugno: il calendario è ricco di date da tenere a mente. Mappate dall’Agenzia delle Entrate 141 scadenze a cui vanno aggiunte quelle per i tributi locali, primo fra tutti l'acconto Imu previsto per il 16 giugno. Dopo due anni di pandemia, con relative agevolazioni e aiuti, si torna al pagamento secondo i termini ordinari. Per l’Imu 2022 previste inoltre alcune novità per i coniugi con residenza in Comuni diversi e i pensionati residenti all’estero.

Stabilita sempre al 16 giugno 2022, la scadenza per gli adempimenti periodici: il versamento IVA relativo alla liquidazione del mese di maggio (F24 con codice tributo 6005) e le ritenute sui redditi da lavoro dipendente o su altri redditi o compensi corrisposti sempre nello scorso maggio.

Uno degli adempimenti fiscali più importanti del mese è quello del 30 giugno per l’autocertificazione degli aiuti di Stato ricevuti dalle imprese durante la pandemia di Covid-19. Entro la fine di giugno le imprese e i soggetti che hanno percepito contributi a fondo perduto, crediti d’imposta e altri tipi di ristori previsti dal decreto Rilancio in poi, devono comunicare le informazioni relative alle somme ricevute e procedere con l’invio telematico.

Il documento serve ad attestare che l’importo complessivo dei sostegni economici fruiti non superi i massimali indicati nella Comunicazione della Commissione europea “Temporary Framework” e il rispetto delle varie condizioni previste.

Come spiega Money.it, sempre al 30 giugno sono previste le scadenze anche per Ires, Irpef e Irap. In particolare ricordiamo, per quanto riguarda l’Irpef, che cadono i termini per restituire, senza applicazione di sanzioni e interessi, il saldo Irap 2019 e il primo acconto Irap 2020 non versati e sospesi ai sensi del decreto Rilancio, in caso di errata applicazione dei limiti e delle condizioni fissati dal Temporary framework.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli