Imu: Ue, rischia di aumentare poverta'. Renderla piu' equa e progressiva

(ASCA) - Bruxelles, 8 gen - L'Imu, l'imposta municipale unica che, dal 2012, ha sostituito e accorpato le vecchie Ici e Irpef sulla casa ''contiene qualche elemento di equita''', ma ''altri aspetti potrebbero essere migliorati ancora per aumentarne la progressivita'''. Lo afferma la Commissione europea nell'Employment and Social developments in Europe 2012, il rapporto sulla situazione sociale e del lavoro diffuso oggi a Bruxelles. Nel rapporto si ricorda come l'Imu sia stata introdotta ''ridurre i trattamenti fiscali agevolati per la casa'' facendo leva ''sul basso effetto distorsivo delle tasse sulla proprieta' e sul basso tasso di evasione'', quest'ultimo conseguente alla facile individuazione, attraverso il catasto, del bene da tassare. Viene riconosciuta la validita' di misure quali la deduzioni, quella di 200 euro per la prima casa, quelle per i figli a carico e la marcata differenzazione delle aliquote applicabili sull'abitazione principale e sulla seconda casa'', ma va fatto di piu', perche' ''in Italia le tasse sulla proprieta' sembrano aumentare lievemente la poverta'''. Bruxelles suggerisce all'Italia di migliorare l'Imu attraverso l'aggiornamento dei valori catastali, le deduzioni non collegate alle capacita' reddituale del contribuente, e la definizione della residenza primaria e secondaria

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 22:20 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09%  

Ultime notizie dai mercati