In Borsa niente sale fino al cielo

Piazza Affari migliora la stringa di successi, avendo registrato un saldo positivo in ben 15 degli ultimi 18 giorni. Insomma, basta comprare azioni e il giorno successivo saliranno, recita il messaggio del mercato. Tanto per dire, una simile successione benigna non è mai stata vista a piazza Affari dal 2000 in poi. Gli unici casi analoghi risalgono al 1997-1998: un’epoca preistorica, per la maggior parte degli investitori.

Non possiamo biasimarli: noi analisti ci mettiamo del nostro. Si pensi alla tendenza superficiale di far rimbalzare da noi analisi prive di ogni fondamento, provenienti dagli USA. Come quando a metà novembre si è diffusa la voce di un Hindenburg Omen appena formalizzato: pattern a dir poco minaccioso, che una accurata verifica (lo calcoliamo qui ogni giorno) smentiva decisamente. Eppure non pochi risultavano i blog che scoraggiavano l’investimento sulla base di quella errata indicazione.

Per fortuna il modello di asset allocation ha sempre raccomandato una robusta esposizione in azioni, e di questo oggi raccogliamo i frutti. Il fieno messo in cascina si rivelerà utile quando i tempi saranno meno fortunati: niente sale fino al cielo.

Nota. Il presente commento è un estratto sintetico del Rapporto Giornaliero, pubblicato tutti i giorni entro le 8.20 da AGE Italia; pertanto eventuali riferimenti a studi tecnici vanno intesi riferiti ai grafici ivi riportati.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito