Italia markets closed

Inaugurazione ospedale Fiera, è polemica: “Diventerà nuovo focolaio”

Inaugurazione ospedale Fiera Milano

L’ospedale costruito in tempo record nei padiglioni della Fiera di Milano per accogliere i pazienti malati di coronavirus non è ancora diventato operativo ma ha già suscitato delle polemiche: a lasciare interdetto qualcuno è stata la quantità di persone presenti all’inaugurazione che in alcuni momenti ha dato vita proprio a quegli assembramenti che le autorità continuano a vietare.

Inaugurazione dell’ospedale in Fiera a Milano

A sollevare la questione è stata Selvaggia Lucarelli, che ha fatto notare come “a occhio il nuovo focolaio potrebbe diventare l’appena inaugurato ospedale alla fiera di Milano“. Questo perché se qualcuno tra i presenti fosse stato infetto, avrebbe potuto facilmente trasmettere l’infezione ad altri data la vicinanza.

Inaugurazione ospedale Fiera
Inaugurazione ospedale Fiera 1

Le fotografie hanno infatti immortalato diversi momenti in cui la distanza interpersonale di almeno un metro, decantata da ogni provvedimento emanato dall’inizio dell’epidemia, non veniva rispettata.

Cosa passa per la testa di chi ha pensato fosse saggio e di buon esempio organizzare l’inaugurazione del nuovo ospedale Fiera Milano con decine di giornalisti, rappresentanti della Regione ed ecclesiastici assembrati al chiuso? Cosa?“, si è chiesto un altro utente del web. Tema ricorrente nei post che hanno alimentato le polemiche è sempre il medesimo, ovvero l’assembramento.

Tutti i partecipanti erano comunque muniti di mascherina e dei giusti dispositivi di protezione individuale. Ma più volte gli esperti hanno sottolineato che non garantiscono al 100% la certezza di non diffondere il contagio.