Italia markets open in 1 hour 52 minutes
  • Dow Jones

    30.273,87
    -42,45 (-0,14%)
     
  • Nasdaq

    11.148,64
    -27,77 (-0,25%)
     
  • Nikkei 225

    27.375,28
    +254,75 (+0,94%)
     
  • EUR/USD

    0,9917
    +0,0032 (+0,33%)
     
  • BTC-EUR

    20.536,44
    +92,61 (+0,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,50
    +4,09 (+0,89%)
     
  • HANG SENG

    18.010,18
    -77,79 (-0,43%)
     
  • S&P 500

    3.783,28
    -7,65 (-0,20%)
     

Incendio a Palermo, residenti in fuga e negozi chiusi per il caldo

incendio a palermo
incendio a palermo

Un violento incendio è divampato a Palermo: le fiamme hanno raggiunto la periferia del capoluogo siciliano, espandendosi fino al quartiere Borgo Nuovo. Alcuni residenti hanno deciso di lasciare le loro case per precauzione mentre a causa del caldo (la città era da bollino rosso nella giornata di giovedì 18 agosto, come segnalato dalla Protezione Civile) i negozi hanno chiuso.

Incendio a Palermo, residenti in fuga e temperature record

Nella giornata di mercoledì 17 agosto, la Protezione Civile aveva annunciato temperature record a Palermo con il suo consueto bollettino. Al capoluogo siciliano, infatti, è stato associato un bollino rosso confermato dalle temperature di 35°C registrate già all’alba di giovedì 18 agosto che sono saliti a 43°C nel pomeriggio.

Insieme all’ondata di caldo torrido, tuttavia, sono arrivati anche gli incendi. Le fiamme sono divampate in città e si sono estese fino alla periferia, travolgendo anche il quartiere Borgo Nuovo. Per sfuggire al rogo, alcuni residenti hanno deciso di allontanarsi dalle rispettive abitazioni per precauzione. Intanto, un denso fumo nero ha cominciato a sovrastare l’area, stagliandosi verso il cielo.

Le squadre dei vigili del fuoco intervenuti sul posto stanno lavorando al fine di circoscrivere e domare l’incendio. In questo contesto, si è reso necessario sgomberare la sede delle suore minori di San Francesco, minacciata dalle fiamme.

Negozi chiusi per il caldo e vegetazione distrutta dalle fiamme

Il rogo si è propagato rapidamente a causa del forte vento di scirocco che sta soffiando dalla mattinata di giovedì 18 sul capoluogo siciliano. Per il caldo torrido, intanto, alcuni ristoranti ed esercizi commerciali hanno deciso di chiudere. Un ristorante, ad esempio, ha scritto sui social il seguente messaggio: “Il ristorante Disiu Officina della Pizza comunica che questa sera rimarrà chiuso perché le temperature di oggi non ci permettono di lavorare in condizioni idonee quindi ci vediamo domani. Grazie per la comprensione”.

Il fuoco si è originato in provincia di Palermo, tra le località di Torretta e Carini e nelle campagne attorno a Reitano, nel Messinese. Svariati ettari di uliveti e vegetazione sono stati distrutti.