Italia Markets closed

Indagine Asseprim Focus: ecco cosa frena le imprese su assunzioni -4-

Voz

Roma, 13 set. (askanews) - La sempre più urgente necessità di un sistema di formazione capace di adeguarsi velocemente alle mutazioni in corso si comprende chiaramente osservando l'aumento della quota di imprese che nei prossimi due anni disporrà comunque di personale dedicato a professionalità nuove per l'impresa (9%) ma soprattutto per l'intero mercato (8%), che ricadranno prevalentemente nei settori del marketing e della digitalizzazione e che richiederanno essenzialmente esperti del web (strateghi gestionali, analisti, designer), dei big data, di comunicazione e social media, oltre a tecnici come programmatori, grafici 3D, sviluppatori.

L'analisi Asseprim Focus evidenzia infine un ultimo grande cambiamento, nell'ambito dei processi di assunzione di nuovo personale. "Oggi le assunzioni si decidono in base alle competenze professionali (72%) mentre perdono quasi del tutto importanza fattori fino a ieri fondamentali come l'esperienza (che conta appena per il 29%), il titolo di studio (23%) e le referenze (15%). Anche l'età del candidato (15%) e l'anzianità lavorativa (5%) contano ormai poco, nel senso che personale giovane e qualificato, che costa poco e ha tendenzialmente maggiori competenze digitali, è vincente contro candidati più anziani, con un maggior costo per l'impresa e probabilmente minori skill tecnologici". Infine "il misero 14% di importanza attribuito a incentivi e agevolazioni mostra - conclude Bellini - come provvedimenti-tampone di una politica incapace di creare scenari certi e disponibilità di personale formato siano ormai considerati dagli imprenditori poco più di pannicelli caldi rispetto a situazioni strutturali che avrebbero ben maggiore rilevanza".