Italia markets open in 7 hours 25 minutes
  • Dow Jones

    29.683,74
    +548,75 (+1,88%)
     
  • Nasdaq

    11.051,64
    +222,13 (+2,05%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9714
    -0,0025 (-0,25%)
     
  • BTC-EUR

    20.109,14
    +293,97 (+1,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    447,10
    +18,32 (+4,27%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.719,04
    +71,75 (+1,97%)
     

Indici deboli su attesa inflazione Usa, scambi d'agosto, svetta Rai Way

Una donna davanti all'ingresso della borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari si muove in lieve ribasso in una seduta da volumi tipicamente agostani, allineata all'andamento degli altri mercati europei.

I riflettori sono puntati sull'importante dato dell'inflazione Usa domani, con gli investitori che si attendono qualche segnale di un allentamento della pressione inflazionistica. Ieri da un sondaggio della Fed di New York è emerso che le aspettative per l'inflazione sono scese nettamente in luglio. Il consensus Reuters vede l'inflazione Usa a 8,7% a luglio, un livello ancora elevato ma al di sotto del 9,1% del mese precedente.

"Seduta tranquilla anche oggi, post trimestrali, con tendenza allo storno amplificata dai volumi esigui", osserva un trader.

A peggiorare un po' il clima, il dato del leading indicator Ocse di luglio calato a 98,7, evidenziando una crescita che perde ancora slancio.

A Wall Street le attese che provengono dai futures indicano un avvio in lieve calo questo pomeriggio.

Intorno alle 12,30 l'indice FTSE Mib è in ribasso dello 0,51% con volumi che non raggiungono i 500 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Svetta RAI WAY (+7,1%) sui massimi da luglio, con volumi sostenuti, e salgono bene anche le azioni Mediaset for Europe (+2%), (+3%) sulle indiscrezioni di stampa di una ripresa del progetto di fusione fra la controllata delle torri della Rai ed Ei Towers. "Si tratta di un dossier che si pensava fosse andato nel dimenticatoio e che torna di attualità. E' previsto anche il dividendo straordinario per entrambe le società. Diciamo che questo è lo spunto più importante della giornata", osserva un trader.

Banche poco mosse. Stabile UNICREDIT, in rialzo dello 0,25% INTESA SP. Prosegue, invece, la corsa BPER con un +2%, sotto i massimi di seduta, sulla scia dei risultati trimestrali buoni. Il titolo aveva sottoperformato e adesso sta recuperando il gap, segnala un trader. I volumi sono consistenti, ma ancora sotto la media a 30 giorni.

Raccolta TIM in salita dell'1,2%. Il titolo è in canale rialzista da tre sedute dopo che era sceso sotto il livello di 0,22 euro.

Debole il settore dell'energia. SNAM e TERNA cedono intorno all'1%. Giù anche SAIPEM (-0,95%) alle prese con la resistenza a 0,80 euro difficile da varcare più stabilmente.

Spunti su AUTOGRILL (+1,6%).

Fuori dal FTSE MIb sempre ben raccolta DE NORA che dopo lo strappo di ieri, oggi cresce di un altro 0,5%sostenuta dai commenti positivi di Goldman Sachs che ha avviato la copertura sul titolo con un rating 'buy'.

Fra i peggiori MONDO TV che flette del 4,2%.

(Giancarlo Navach, editing Stefano Bernabei)