Italia markets close in 5 hours 30 minutes
  • FTSE MIB

    26.414,91
    +81,92 (+0,31%)
     
  • Dow Jones

    35.457,31
    +198,70 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.129,09
    +107,28 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.255,55
    +40,03 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    82,20
    -0,76 (-0,92%)
     
  • BTC-EUR

    55.086,30
    +1.275,32 (+2,37%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.484,18
    +20,82 (+1,42%)
     
  • Oro

    1.779,30
    +8,80 (+0,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1628
    -0,0009 (-0,08%)
     
  • S&P 500

    4.519,63
    +33,17 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    26.136,02
    +348,81 (+1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.163,52
    -3,31 (-0,08%)
     
  • EUR/GBP

    0,8440
    +0,0008 (+0,09%)
     
  • EUR/CHF

    1,0740
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,4356
    -0,0020 (-0,14%)
     

Industria, ad agosto per la produzione industriale leggero calo mensile

·1 minuto per la lettura

Ad agosto leggerissimo calo rispetto al mese precedente (-0,2%) per l'indice della produzione industriale mentre al netto degli effetti di calendario, è rimasto invariato rispetto all’anno precedente. Lo comunica l'Istat segnalando come nella media del trimestre giugno-agosto il livello della produzione cresce dell’1,1% rispetto ai tre mesi precedenti. Rispetto a luglio si registra un aumento per i beni strumentali (+0,8%), mentre cala l'indice per energia (-2,1%), beni di consumo (-2,0%) e beni intermedi (-1,3%). Su base annua crescono in misura accentuata i beni intermedi (+4,9%) e i beni strumentali (+4,4%); diminuiscono, invece, i beni di consumo (-5,4%) e, in misura più marcata, l’energia (-6,6%).

Rispetto ad agosto 2020 i settori che registrano gli incrementi maggiori sono la metallurgia e la fabbricazione di prodotti in metallo (+16,6%), la fabbricazione di macchinari (+10,3%) e la fabbricazione di apparecchiature elettriche (+6,3%). Viceversa, le flessioni più accentuate si osservano nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-23,7%), nella produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati (-20,9%) e nelle attività estrattive (-17,7%).

Commentando i dati l'Istat evidenzia come la lieve diminuzione congiunturale arrivi dopo due mesi di crescita mentr rispetto a febbraio 2020, mese antecedente l’inizio dell’emergenza sanitaria, il livello dell’indice di agosto è superiore dell’1,5%, al netto dei fattori stagionali. L’analogo confronto a livello settoriale evidenzia un calo per i beni di consumo e l’energia (rispettivamente -3,7% e -6,0%), una sostanziale stazionarietà per i beni strumentali e una crescita marcata per i beni intermedi (+4,6%).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli