Italia markets closed
  • FTSE MIB

    20.648,85
    +295,87 (+1,45%)
     
  • Dow Jones

    28.725,51
    -500,10 (-1,71%)
     
  • Nasdaq

    10.575,62
    -161,89 (-1,51%)
     
  • Nikkei 225

    25.937,21
    -484,84 (-1,83%)
     
  • Petrolio

    79,74
    -1,49 (-1,83%)
     
  • BTC-EUR

    19.729,71
    -363,60 (-1,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    443,49
    +0,06 (+0,01%)
     
  • Oro

    1.668,30
    -0,30 (-0,02%)
     
  • EUR/USD

    0,9801
    -0,0018 (-0,19%)
     
  • S&P 500

    3.585,62
    -54,85 (-1,51%)
     
  • HANG SENG

    17.222,83
    +56,96 (+0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.318,20
    +39,16 (+1,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8782
    -0,0040 (-0,45%)
     
  • EUR/CHF

    0,9674
    +0,0099 (+1,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,3551
    +0,0121 (+0,90%)
     

Industria, Istat: prezzi produzione +5% a luglio, +36,9% su anno

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 31 ago. (askanews) - A luglio 2022 i prezzi alla produzione dell'industria aumentano del 5,0% su base mensile e del 36,9% su base annua (da +34,1% di giugno). Lo rende noto l'Istat. Sul mercato interno i prezzi crescono del 6,5% rispetto a giugno e del 45,9% su base annua. Al netto del comparto energetico, i prezzi mostrano una dinamica congiunturale molto meno intensa (+0,3%) e una crescita tendenziale nettamente meno ampia (+13,1%).

Sul mercato estero si rileva un lieve incremento congiunturale (+0,2%), sintesi di aumenti contenuti in entrambe le aree, euro (+0,3%) e non euro (+0,1%). Su base annua, i prezzi crescono del 12,8% (+12,9% area euro, +12,7% area non euro).

Nel trimestre maggio-luglio 2022, rispetto ai tre mesi precedenti, i prezzi alla produzione dell'industria crescono del 4,4% (+4,7% mercato interno, +3,6% mercato estero).

A luglio 2022 si rilevano aumenti tendenziali per tutti i settori manifatturieri; i più marcati riguardano coke e prodotti petroliferi raffinati (+40,5% mercato interno, +9,0% area euro, +35,7% area non euro), prodotti chimici (+24,0% mercato interno, +24,8% area euro, +30,6% area non euro), industria del legno, della carta e stampa (+18,8% mercato interno, +24,7% area euro, +19,9% area non euro), articoli in gomma e materie plastiche (+18,8% mercato interno, +14,8% area euro, +16,0% area non euro) e metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+16,3% mercato interno, +21,0% area euro, +19,1% area non euro).

A luglio 2022 i prezzi alla produzione delle costruzioni per "Edifici residenziali e non residenziali" diminuiscono dello 0,5% su base mensile e crescono del 7,1% su base annua. I prezzi di "Strade e Ferrovie" diminuiscono dello 0,3% in termini congiunturali e aumentano del 9,4% in termini tendenziali.

Nel secondo trimestre 2022 i prezzi alla produzione dei servizi aumentano dell'1,8% sul trimestre precedente e del 4,0% su base annua. Gli incrementi tendenziali più elevati riguardano i servizi di trasporto marittimo e costiero (+42,5%) e di trasporto aereo (+26,5%); le uniche flessioni tendenziali interessano i servizi di telecomunicazione (-3%) e el altre attività dei servizi di informazione