Italia markets open in 4 hours 18 minutes
  • Dow Jones

    29.823,92
    +185,32 (+0,63%)
     
  • Nasdaq

    12.355,11
    +156,41 (+1,28%)
     
  • Nikkei 225

    26.756,37
    -31,17 (-0,12%)
     
  • EUR/USD

    1,2082
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    15.443,42
    -97,96 (-0,63%)
     
  • CMC Crypto 200

    366,70
    -13,16 (-3,46%)
     
  • HANG SENG

    26.554,78
    -12,90 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    3.662,45
    +40,82 (+1,13%)
     

Industria, Istat: a settembre fatturato -3,2%, ordini -6,4% su mese

Mlp
·1 minuto per la lettura

Roma, 20 nov. (askanews) - Frenano fatturato e ordinativi dell'industria a settembre. L'Istat stima che il fatturato dell'industria, al netto dei fattori stagionali, diminuisca in termini congiunturali del 3,2%, interrompendo la dinamica positiva registrata nei quattro mesi precedenti. Anche gli ordinativi destagionalizzati registrano a settembre un calo congiunturale, di maggiore ampiezza rispetto al fatturato (-6,4%), mentre nella media del terzo trimestre sono cresciuti del 40,7% rispetto al trimestre precedente. Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 22 contro i 21 di settembre 2019), il fatturato totale diminuisce in termini tendenziali del 4,6%, riflettendo cali di ampiezza similare sia sul mercato interno (-4,5%), sia su quello estero (-4,9%). In termini tendenziali l'indice grezzo degli ordinativi aumenta del 3,2%. Nella media del terzo trimestre l'indice complessivo del fatturato è aumentato del 33,4% rispetto al trimestre precedente. "Si interrompe a settembre - è il commento dell'Istat - la dinamica congiunturale positiva del fatturato dell'industria dei quattro mesi precedenti. Ciononostante, su base trimestrale, si registra una forte crescita sia per la componente interna sia per quella estera. Il confronto tendenziale, al netto degli effetti di calendario, continua a rimanere negativo per entrambi i mercati. Per i raggruppamenti principali di industria si rilevano risultati analoghi a quelli degli aggregati totali, in termini sia congiunturali (su base trimestrale), sia tendenziali (su base annuale)".