Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.842,94
    +584,62 (+1,71%)
     
  • Nasdaq

    15.067,87
    +171,03 (+1,15%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,1748
    +0,0052 (+0,45%)
     
  • BTC-EUR

    37.945,50
    +331,17 (+0,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.117,13
    +8,21 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    24.510,98
    +289,44 (+1,19%)
     
  • S&P 500

    4.460,25
    +64,61 (+1,47%)
     

Inflazione al top dal 2013, Codacons: +614 euro annui a famiglia, governo blocchi rincari luce e gas

·1 minuto per la lettura

L’inflazione al 2%, così come rilevato oggi dall'Istat per il mese di agosto, si traduce in una maggiore spesa annua, considerata la totalità dei consumi di un nucleo familiare, pari a +614 euro. Lo afferma il Codacons, commentando i dati: "Il caro-benzina trascina con se i prezzi al dettaglio, determinando tensioni nel settore alimentare, con i listini al dettaglio del comparto che salgono del +0,8% - ha sottolineato Carlo Rienzi, il presidente dell'associazione - Una vera e propria batosta invece per i trasporti, che crescono del +5,3% e una maggiore spesa per gli spostamenti che raggiunge +286 euro annui a famiglia”. Il Codacons, preoccupato degli effetti che l'aumento dell'inflazione possa avere sui consumi, esorta l'intervento del governo affinchè blocchi i rincari di luce e gas previsti a ottobre. “Sul rialzo dei prezzi al dettaglio incombe inoltre come una spada di Damocle il prossimo aumento delle tariffe di luce e gas – avverte Rienzi – Se infatti ad ottobre scatteranno i maxi-rincari dell’energia, si registrerà una ondata di aumenti per i listini al dettaglio in tutti i settori, con effetti pesanti sulle famiglie e conseguenze depressive sui consumi. Il Governo deve quindi correre ai ripari, adottando misure per evitare l’ennesima stangata sulle tasche degli italiani”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli