Italia markets close in 7 hours 32 minutes
  • FTSE MIB

    25.326,15
    +10,58 (+0,04%)
     
  • Dow Jones

    33.945,58
    +68,61 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    14.253,27
    +111,79 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.874,89
    -9,24 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    73,26
    +0,41 (+0,56%)
     
  • BTC-EUR

    28.517,40
    +1.004,21 (+3,65%)
     
  • CMC Crypto 200

    816,54
    +22,22 (+2,80%)
     
  • Oro

    1.782,00
    +4,60 (+0,26%)
     
  • EUR/USD

    1,1940
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • S&P 500

    4.246,44
    +21,65 (+0,51%)
     
  • HANG SENG

    28.822,29
    +512,53 (+1,81%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.109,84
    -13,29 (-0,32%)
     
  • EUR/GBP

    0,8539
    -0,0020 (-0,24%)
     
  • EUR/CHF

    1,0957
    -0,0006 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4680
    -0,0013 (-0,09%)
     

Inflazione alle stelle mette la Fed alle strette, cambierà linguaggio a fine estate (analisti)

·1 minuto per la lettura

L'inflazione sopra le aspettative a maggio mette in pericolo l’atteggiamento accomodante da parte della Federal Reserve. Su base mensile il Consumer Price Index (CPI) per il mese di maggio è cresciuto dello 0,6% a maggio a fronte di attese per 0,5%. Anno su anno la variazione dei prezzi è stata pari al 5% dal 4,2% del mese precedente, la lettura più alta dal 2008 a oggi. "L'ennesima grande sorpresa al rialzo per l'inflazione statunitense getta ulteriori dubbi sull'affermazione della Fed secondo cui tutto ciò è transitorio e che la politica monetaria può essere lasciata estremamente allentata per i prossimi tre anni", commenta James Knightley, capo economista di Ing che si aspetta di sentire un cambiamento nel linguaggio della Fed alla fine dell'estate.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli