Inflazione: Confesercenti, aumentano accise e bollette ma consumi fermi

(ASCA) - Roma, 4 gen - ''L'inflazione si attesta al 2,8% nel 2011 e se e' la piu' alta dal 2008 lo si deve soprattutto a due voci: trasporti (6,2%) e costi legati all'abitazione (5,2%). Questo vuol dire che il balzo e' stato causato da accise, bollette e conseguenze delle manovre come il rialzo dell'Iva''. Lo afferma la Confesercenti in una nota di commento del dato sull'inflazione diffuso oggi dall'Istat. ''Il senso di responsabilita' delle imprese ha fatto da moderatore - prosegue Confesercenti -, ma e' indubbio che pesa molto sulla domanda interna il disagio economico sempre piu' acuto nel quale si dibattono le famiglie. Basti ricordare che in un recente nostro sondaggio nel 2011 il 38% dei nuclei familiari ha dichiarato di non riuscire ad arrivare alla fine del mese, una quota in crescita del 10% rispetto al 2010. Ecco perche' occorrono al piu' presto misure per lo sviluppo ed un sostegno convinto alle Pmi che sono il vero motore della ripresa''.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 24 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 24 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 24 apr 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 24 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,00% 24 apr 22:32 CEST
Nikkei 225 14.499,51 0,66% 04:39 CEST

Ultime notizie dai mercati