Italia markets close in 14 minutes
  • FTSE MIB

    26.885,29
    +79,10 (+0,30%)
     
  • Dow Jones

    35.686,37
    +195,68 (+0,55%)
     
  • Nasdaq

    15.407,38
    +171,54 (+1,13%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    82,10
    -0,56 (-0,68%)
     
  • BTC-EUR

    52.562,43
    +1.380,86 (+2,70%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,32
    +60,95 (+4,29%)
     
  • Oro

    1.800,30
    +1,50 (+0,08%)
     
  • EUR/USD

    1,1689
    +0,0083 (+0,71%)
     
  • S&P 500

    4.590,14
    +38,46 (+0,84%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.225,45
    +4,57 (+0,11%)
     
  • EUR/GBP

    0,8462
    +0,0021 (+0,24%)
     
  • EUR/CHF

    1,0657
    +0,0009 (+0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,4413
    +0,0073 (+0,51%)
     

Inflazione Germania ai top dal 1992, pressione per tapering Bce destinata a crescere

·1 minuto per la lettura

L'inflazione tedesca continua a salire attestandosi al 4,1% a/a a livello armonizzato a settembre dal 3,4% di agosto. L'indice armonizzato rilevante per la BCE è balzato al 4,1%, dal 3,4% di agosto. L'ultima volta che l'inflazione tedesca ha superato il 4% è stato nel giugno 1992. "L'aumento dell'inflazione complessiva è stato trainato dagli effetti dell'inversione dell'aliquota IVA, che si manifesta anche in sottocomponenti come i prezzi dell'abbigliamento e del tempo libero, i prezzi più elevati dell'energia e gli aumenti dei prezzi post-blocco nei servizi per il tempo libero e l'ospitalità", argomentano gli esperti di Ing che vedono la possibilità che l'inflazione complessiva si avvicini anche al 5% verso la fine dell'anno. Guardando più avanti, Ing ritiene che alcuni fattori una tantum dovrebbero scomparire all'inizio del prossimo anno, ma è probabile che il recente aumento dei prezzi dell'energia, nonché i continui attriti nella catena di approvvigionamento e i rialzi dei prezzi post-lockdown, manterranno l'inflazione tedesca sopra il 2% per gran parte del 2022. "L'accelerazione dell'inflazione in Germania continua e metterà più pressione sul dibattito di dicembre della Bce su come procedere con i suoi acquisti di asset il prossimo anno. Non saremmo sorpresi di vedere la BCE ridurre i suoi acquisti di asset nel 2022 in misura maggiore di quanto si pensasse dopo il meeting di agosto", asseriscono da Ing.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli