Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.854,19
    +595,87 (+1,74%)
     
  • Nasdaq

    15.073,18
    +176,34 (+1,18%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,1750
    +0,0054 (+0,46%)
     
  • BTC-EUR

    38.095,33
    +581,93 (+1,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.123,54
    +14,62 (+1,32%)
     
  • HANG SENG

    24.510,98
    +289,44 (+1,19%)
     
  • S&P 500

    4.462,59
    +66,95 (+1,52%)
     

Inflazione Prevista In Aumento E Riduzione PEPP. Quale Sarà L’andamento Futuro Del Cambio Euro Dollaro?

·2 minuto per la lettura

Le informazioni provenienti dalla riunione della BCE non hanno smosso tanto il Cambio euro dollaro. Le proiezioni della Banca Centrale Europea vedono un’economia in ripresa. Questa ripresa risulta molto più rapida delle aspettative, nonostante la pandemia.

Le stime sull’inflazione sono state riviste al rialzo. Secondo la Presidente della BCE Lagarde, il PIL reale europeo è aumentato più del previsto nel 2° trimestre del 2021 e si stima che la crescita continui anche nella seconda parte dell’anno. Anzi afferma che supererà anche i livelli pre-crisi entro la fine del 2021.

Venendo ai tassi di crescita, annualmente si prevede un tasso del 5% nel 2021, del 4,6% nel 2022 e del 2,1% nel 2023. L’inflazione nel 2021 vede un rialzo, mentre nel 2022 e 2023 si stimano tassi più bassi. Mediamente si stima un’inflazione del 2,2% quest’anno.

Ciò è dovuto anche all’aumento dei prezzi delle materie prime, i quali si riflettono sui beni di consumo. Quest’aumento è causato principalmente dalle interruzioni dell’offerta e dal miglioramento della domanda. Sul PEPP si conferma una riduzione moderata del piano di acquisti, ma decisioni impattanti si avranno a dicembre.

Calendario Economico Cambio Euro Dollaro

Sul cambio euro dollaro le notizie di oggi avranno sicuramente ripercussioni in futuro, non prossimo. Intanto la BCE lascia invariati tutti i tassi d’interesse. Il tasso sui depositi rimane al -0,50%. Il tasso sulle operazioni di rifinanziamento marginale permane il tasso dello 0,25%.

Fermo anche il tasso d’interesse a breve termine, pari allo 0%. Andando negli USA la prima notizia arriva alle 14:30, con le richieste iniziali di disoccupazione. Si registrano 310.000 nuove richieste contro una stima di 335.000. Dato negativo sulle scorte di petrolio greggio, segnate in riduzione di 1,529 milioni di barili. Si prevedeva una riduzione più elevata, circa 4,612 milioni.

Continua Il Test Della Media A 21 Periodi Per Il Cambio Euro Dollaro

Dopo il rimbalzo sul livello 1.1873, il cambio euro dollaro indietreggia, influenzato anche dalla riunione della BCE di quest’oggi. Il primo test della media a 21 periodi c’è stato ieri. Il secondo nella giornata odierna con il minimo a 1.1805. Infatti, questo livello corrisponde ai massimi del 13 agosto.

Giornata molto volatile si può dire sul fiber, per via della riunione, quest’ultima non ha impattato molto sul cross, in quanto era già stato tutto scontato dai mercati nei giorni precedenti. Il mantenimento del supporto può farci da scudo verso un ribasso. In caso contrario una quotazione target potrebbe essere 1.1777.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli