Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.489,18
    +211,61 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    35.294,76
    +382,20 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    14.897,34
    +73,91 (+0,50%)
     
  • Nikkei 225

    29.068,63
    +517,70 (+1,81%)
     
  • Petrolio

    82,66
    +1,35 (+1,66%)
     
  • BTC-EUR

    52.425,61
    -1.171,89 (-2,19%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.464,06
    +57,32 (+4,07%)
     
  • Oro

    1.768,10
    -29,80 (-1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.471,37
    +33,11 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    25.330,96
    +368,37 (+1,48%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.182,91
    +33,85 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0041 (-0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0701
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0001 (+0,01%)
     

Infrastrutture, Salini: far partire presto opere e manutenzioni

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Genova, 27 set. (askanews) - "L'esperienza del ponte di Genova ci ha mostrato la via. Serve far partire rapidamente le opere e avviare accurati piani di manutenzione delle infrastrutture in forma diffusa sui territori. Occorre gestire le fragilità del sistema, investendo sulla formazione, accelerando la semplificazione, spendendo presto e bene in totale trasparenza le risorse disponibili. Serve rimuovere gli ostacoli strutturali legati al sistema delle garanzie e alla mancanza nei contratti della revisione dei prezzi, che in questa fase di crescenti costi delle materie prime rappresentano un serio freno alla produzione". Lo ha detto Pietro Salini, ad di Webuild, la società che ha costruito il nuovo ponte di Genova, intervenendo alla tavola rotonda sul modello Genova organizzata nell'ambito del G20 sulle infrastrutture in corso nel capoluogo ligure.

"L'Italia - ha aggiunto Salini - ha strumenti e competenze per massimizzare le potenzialità offerte dai piani di rilancio europei, che vanno integrati con gli strumenti e le risorse ulteriori di cui dispone il Paese, per cogliere le opportunità di una ripresa veloce, sostenibile e duratura. Il nuovo ponte di Genova dimostra che siamo in grado di cogliere questa sfida. Webuild, insieme con la filiera tutta, con il commissario alla ricostruzione, Fincantieri, Italferr e Rina, ha realizzato un'opera all'avanguardia in termini di qualità, sostenibilità, sicurezza. Lo ha fatto bene, in tempi record, nel rispetto delle regole europee".

"Un modello virtuoso - ha concluso l'ad di Webuild - che ha funzionato a Genova e che può essere replicato, se applicheremo nella realizzazione delle opere un approccio collaborativo esteso, basato su una corretta remunerazione delle prestazioni, una equilibrata ripartizione dei rischi, un team di progetto integrato. La coesione nella ripartenza, tra pubblico e privato, è ciò di cui necessita l'Italia".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli