Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,55 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,38 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,27 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,65 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.941,87
    -261,45 (-1,08%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0257
    -0,0068 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,19 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9656
    -0,0058 (-0,60%)
     
  • EUR/CAD

    1,3100
    -0,0071 (-0,54%)
     

Innovazione, Lavoro e Welfare, Angi Ricerche presenta osservatorio

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 lug. (askanews) - Innovazione, lavoro e welfare punti cardini per un'economia orientata all'innovazione e alle nuove professioni. Uno straordinario successo il tavolo tecnico "Innovazione, Lavoro e Welfare" promosso dall'ANGI - Associazione Nazionale Giovani Innovatori in collaborazione con la Comunità Europea e ospitato presso le prestigiose sale degli Uffici del Parlamento Europeo in Italia.

L'ANGI, punto di riferimento dell'innovazione e del digitale in Italia, ha chiamato per questo importante tavolo di confronto, i principali stakeholder del mondo delle istituzioni, degli enti governativi, delle parti sociali e datoriali, delle commissioni parlamentari e del mondo accademico.

Importante il messaggio del Presidente dell'ANGI Gabriele Ferrieri il quale ha dichiarato. "Siamo lieti dell'importante partecipazione delle istituzioni e dei vari stakeholder del mondo pubblico e privato chiamati a raccolta per questo importate tavolo su innovazione, lavoro e welfare - prosegue il Presidente Ferrieri (già ForbesU30) - Un confronto proficuo e molto interessante che ha evidenziato punti e temi che saranno oggetto del nostro manifesto e relativo innovation paper, i quali saranno consegnato nelle mani delle commissioni parlamentari italiane e europee come contributo e linea guida alle politiche mirate alla valorizzazione e al rilancio del mondo del lavoro all'insegna dell'innovazione e del digitale". Importante anche la presentazione dell'indagine demoscopica promossa da ANGI Ricerche in collaborazione con Lab21.01 presentata dal prof. Roberto Baldassari Direttore del Comitato Scientifico ANGI il quale ha evidenziato i numerosi spunti emersi dall'osservatorio sulle politiche del lavoro e dell'innovazione d'impresa.

Alla domanda quali difficoltà si incontrano per collocarsi sul mercato del lavoro: il 67,8% degli intervistati evidenzia la scarsa propensione delle aziende ad assumere, il 50,2% le offerte poco gratificanti, il 44,9% il fatto di essere un laureato troppo classificato, il 39,6 i settori di interesse saturi e il 28,7% per via di esperienza specifica che non si possiede. Sulla difficoltà a trovare un lavoro: il 47,9% degli intervistati evidenzia il turn over occupazionale bloccato, il 40,6% poca attitudine all'innovazione, il 39,2% poco comunicazione tra domanda e offerta di lavoro, il 38,7% scarse risorse per avviare un'impresa, il 27,1% sulla eccessiva burocrazia, il 25,7% i costi del lavoro troppo elevati. Infine alla domanda quali azioni si dovrebbero attuare per migliorare il contatto tra chi cerca lavoro e le aziende: il 40,8% degli intervistati evidenzia la necessità di una maggiore meritocrazia, il 39,8% attivando percorsi di formazione e specializzazione, il 36,4% potenziando il welfare aziendale, il 28,7% facendo esperienza piuttosto che richiederla, il 27,4% investendo maggiormente nei giovani, il 24,6% facilitando l'integrazione attiva delle risorse nei progetti aziendali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli