Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.260,87
    -304,05 (-1,64%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Innovazione, Pharmap cresce e scommette su giovani e donne

(Adnkronos) - Pharmap cresce e continua a scommettere su giovani e donne. L’azienda leader del settore del Pharma delivery ha annunciato di avere aperto le selezioni per inserire nel proprio team 15 nuove risorse. "In un’epoca in cui i temi del gender gap e della disoccupazione giovanile continuano a generare dibattito e ad imporsi come limiti oggettivi del sistema impresa", l’azienda guidata da Giuseppe Mineo e Giulio Lo Nardo conferma invece "la volontà di interpretare i protagonisti del mondo produttivo come snodi fondamentali per generare valore, inclusione e benessere". "Sin dall’inizio il nostro obiettivo - sottolinea il Ceo di Pharmap, Giuseppe Mineo - è stato quello di costruire un’azienda incentrata sui valori della sostenibilità e dell’inclusività e in cui le donne fossero in numero almeno equivalente rispetto agli uomini e con ruoli di pari responsabilità". "Crediamo infatti - osserva ancora il Ceo- che un alto tasso di diversità - di genere, età, ma anche origine - apporti un’ampliamento dei punti di vista, delle esperienze, delle opinioni e, quindi, si correli, non solo ad un maggior benessere aziendale, ma anche ad una maggiore produttività: le aziende che danno poco spazio alla valorizzazione 'dell’altro', che non promuovono nuove idee e modi di pensare non possono produrre innovazione reale e, di conseguenza, non sono destinate a sopravvivere in contesti come quelli attuali che mutano continuamente".

Le 15 nuove figure di cui è a 'caccia' Pharmap sono un Sales Manager per il Belgio e un Area Manager per l’Italia a queste si aggiungono quattro Social Media Manager, tre Customer Success Manager, un Assistente contabile, un Hr Manager e un Hr assistant e tre sviluppatori (backend, frontend e android) che andranno a rinforzare il digital hub dell’azienda a Palermo. Li attende un open space di oltre 500 metri quadri nel pieno centro storico del capoluogo siciliano, dove già lavorano più di 51 under 40, divisi tra i reparti di Marketing, Business Development, It, Customer Success Management, Operations e Finance. Due terzi dei loro futuri colleghi sono 'South worker', o siciliani 'di ritorno' dal Nord o dall’estero che hanno scelto di trasferirsi o di rimpatriare in Sicilia. Per tutti, la possibilità di beneficiare di un’operatività anche in modalità remota, adottata da Pharmap ben prima del lockdown per favorire un ambiente di lavoro in grado di massimizzare il potenziale umano, conciliando lavoro e famiglia, anche a favore dell’empowerment femminile.

Pharmap è anche una società che presta grande attenzione al bilancio di genere. Più del 50 per cento dei suoi dipendenti è donna, in un territorio, la Sicilia, in cui il tasso di occupazione femminile è fermo al 29,3 per cento contro una media italiana che si attesta al 49 per cento. Inoltre, la presenza femminile in Pharmap è ben rappresentata anche nei ruoli di vertice: più della metà delle cariche manageriali sono in capo a donne, la cui età media è di 37 anni, per le quali l’azienda favorisce strumenti adeguati per permettere loro di progredire nella carriera senza rinunciare alla scelta della maternità. "Quando apriamo una posizione in azienda, non pensiamo al genere di chi andrà a ricoprire quel ruolo, ma ci focalizziamo esclusivamente sulle competenze 'hard' e 'soft' che quella persona dovrà avere. A differenza di molte aziende che, purtroppo, considerano ancora oggi la maternità come un impedimento sul lavoro, in Pharmap crediamo, invece, che diventare genitori sia una palestra per le soft skills e abbia un impatto positivo sulla produttività". "Non a caso - conclude Mineo - le donne che ricoprono ruoli manageriali in azienda sono anche mamme e le loro capacità di problem solving, time management e multitasking sono davvero apprezzate e di stimolo per l’intero team".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli