Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.885,29
    -95,03 (-0,28%)
     
  • Nasdaq

    12.953,62
    +15,49 (+0,12%)
     
  • Nikkei 225

    28.942,14
    -280,63 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,0089
    -0,0091 (-0,90%)
     
  • BTC-EUR

    23.170,65
    -222,74 (-0,95%)
     
  • CMC Crypto 200

    557,95
    +0,22 (+0,04%)
     
  • HANG SENG

    19.763,91
    -158,54 (-0,80%)
     
  • S&P 500

    4.274,68
    +0,64 (+0,01%)
     

Inps, oltre 4,3 milioni i lavoratori sotto i 9 euro l’ora

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 lug. (askanews) - Sono oltre 4,3 milioni i lavoratori che percepiscono meno di 9 euro lordi l'ora. A fornire il dato è l'Inps che, nel rapporto annuale, avverte: "se il quadro occupazionale appare promettente, segnali più preoccupanti vengono dalla dinamica retributiva".

Ad ottobre 2021 i 27 contratti collettivi nazionali di lavoro principali occupavano circa l'80% dei dipendenti totali. Nel biennio 2019-2021 sono aumentati significativamente i dipendenti con ccnl riguardanti poche decine o centinaia di dipendenti. Il salario mensile corripondente a un salario lordo di 9 euro all'ora è pari a poco più di 1.500 euro e viene percepito da 4.532.476 dipendenti che rientrano in 257 contratti collettivi nazionali.

La retribuzione media effettiva pro capite (al netto quindi della Cig) nel 2021 è stata pari a 24.097 euro (23.107 nel 2020) quasi in linea con il livello del 2019 (-0,2%) a fronte di un aumento del numero di persone che ha lavorato per frazioni ridotte dell'anno (part-year). La retribuzione media delle donne nel 2021 risulta pari a 20.415 euro, sostanzialmente invariata rispetto agli anni precedenti e inferiore del 25% rispetto alla corrispondente media maschile. Ciò dipende dal maggior peso, tra le donne, sia della componente part-year (per di più con durate medie più corte) sia della componente a part-time.

La dinamica retributiva dipende fortemente dalla attività e dalla copertura contrattuale. I contratti collettivi nazionali di lavoro che coprono oltre 100mila dipendenti risultano 27 e concentrano, precisamente, il 78% dei dipendenti privati; quelli che interessano più di 10mila dipendenti sono 95 e ad essi fa riferimento il 96% dei dipendenti delle imprese private extra-agricole. Ma anche all'interno di questo ampio perimetro si registrano variazioni importanti. Se la retribuzione media giornaliera per i dipendenti a full-time è pari a 98 euro, in sei tra i principali Ccnl è inferiore a 70 euro mentre nell'industria chimica è pari a 123 euro. Sempre superiori a 100 euro giornalieri risultano anche i valori medi nei gruppi di Ccnl con meno dipendenti. Per i dipendenti a part-time la retribuzione media giornaliera è pari a 45 euro, ma risulta inferiore a 40 euro al giorno per i dipendenti di alcuni comparti artigiani (metalmeccanico, sistema moda, acconciatura/estetica).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli