Italia markets close in 3 hours 25 minutes
  • FTSE MIB

    24.602,98
    +74,29 (+0,30%)
     
  • Dow Jones

    34.035,99
    +305,10 (+0,90%)
     
  • Nasdaq

    14.038,76
    +180,92 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,46
    0,00 (0,00%)
     
  • BTC-EUR

    50.870,41
    -1.521,74 (-2,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.354,15
    -26,80 (-1,94%)
     
  • Oro

    1.779,10
    +12,30 (+0,70%)
     
  • EUR/USD

    1,1992
    +0,0016 (+0,13%)
     
  • S&P 500

    4.170,42
    +45,76 (+1,11%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.017,63
    +24,20 (+0,61%)
     
  • EUR/GBP

    0,8682
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • EUR/CHF

    1,1012
    -0,0021 (-0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0027 (-0,18%)
     

Insulti razzisti nei confronti di Ounas, il Crotone prende le difese dell'algerino

Niccolò Mariotto
·1 minuto per la lettura

Ennesimo episodio di razzismo in Serie A. A farne le spese questa volta è stato l'attaccante algerino Adam Ounas del Crotone il quale ha ricevuto pesanti messaggi razzisti sul proprio profilo Instagram all'indomani del successo 4-2 dei pitagorici sul Torino.

Adam Ounas | Maurizio Lagana/Getty Images
Adam Ounas | Maurizio Lagana/Getty Images

Come mostrato dallo stesso giocatore sulle stories di Instagram, Ounas ha ricevuto insulti razzisti da parte di alcuni "tifosi" che lo hanno chiamato scimmia e in altri modi deplorevoli ma anche minacce di morte. Alla luce di questo il Crotone, nella persona del patron Gianni Vrenna, ha preso ufficialmente le difese del giocatore.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

"Adam è qui con noi solo da qualche settimana ma lo abbiamo accolto a braccia aperte, rimanendo affascinati dal suo talento. La nostra società è una famiglia e da sempre condanniamo gesti che ancora oggi fatichiamo a comprendere. Adam è un professionista, ma anche un ragazzo come tanti: potrebbe essere un giovane delle serie dilettantistiche, un bambino delle nostre scuole calcio o non per forza un calciatore. Il razzismo deve sempre e comunque essere condannato in maniera chiara e forte. Tutta la società si schiera compatta al fianco di Adam, che ha già comunicato alle autorità l’intenzione di sporgere querela verso gli autori del deprecabile gesto", queste le parole del patron Vrenna.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.