Italia markets open in 8 hours 50 minutes
  • Dow Jones

    34.792,67
    -323,73 (-0,92%)
     
  • Nasdaq

    14.780,53
    +19,24 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    27.584,08
    -57,75 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,1844
    -0,0024 (-0,20%)
     
  • BTC-EUR

    33.723,54
    +1.112,51 (+3,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    977,06
    +50,30 (+5,43%)
     
  • HANG SENG

    26.426,55
    +231,73 (+0,88%)
     
  • S&P 500

    4.402,66
    -20,49 (-0,46%)
     

Insurtech, Minali: tecnologia può favorire semplificazione polizze assicurative

·1 minuto per la lettura

“Siamo convinti che la tecnologia favorirà il processo di semplificazione del mercato assicurativo. Una necessità che ha il consumatore e che il regolatore europeo sta cogliendo, per consentire l’utilizzo di contratti più semplici, come gli smart contracts". Così Alberto Minali, amministratore delegato di REVO, Spac assicurativa recentemente quotata a piazza Affari. Nel corso di un convegno dedicato all’insurtech, l'ex ad di Cattolica ha rimarcato come la sua società Revo stia investendo molto sull’intelligenza artificiale e sui rischi parametrici. "Vorremmo infatti impostare il nostro processo di fornitura di soluzioni assicurative nel mondo dei rischi atmosferici e catastrofali – grande assente sul mercato italiano delle coperture – tramite soluzioni costruite su blockchain, perché riteniamo che la certificazione del dato sia fondamentale”, sono state le parole di Minali. La spac Revo, promossa da Alberto Minali e Claudio Costamagna, oltre a Stefano Semolini, Jacopo Tanaglia e Simone Lazzaro, si è quotata a maggio sull'AIM Italia e mira a costruire un primario player nel settore assicurativo, in particolare nell’ambito delle specialty lines e dei rischi parametrici orientato principalmente al mondo delle piccole-medio imprese. In fase di collocamento Revo ha raccolto 220 milioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli