Italia markets open in 1 hour 15 minutes
  • Dow Jones

    31.270,09
    -121,43 (-0,39%)
     
  • Nasdaq

    12.997,75
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,11
    -628,99 (-2,13%)
     
  • EUR/USD

    1,2060
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    41.101,29
    +64,11 (+0,16%)
     
  • CMC Crypto 200

    992,98
    +5,77 (+0,58%)
     
  • HANG SENG

    29.235,01
    -645,41 (-2,16%)
     
  • S&P 500

    3.819,72
    -50,57 (-1,31%)
     

Inter nel caos: problema stipendi, club in vendita. Marotta e Conte le anime della resistenza

Antonio Parrotto
·2 minuto per la lettura

Nel corso del suo editoriale su calciomercato.com, il direttore Stefano Agresti si è soffermato sul momento dell'Inter. Il club vive nell'incertezza a causa dei movimenti societari. Problemi nel pagamento degli stipendi, dubbi legati al futuro del club con le trattative per la cessione che vanno avanti da diverse settimane, mesi.

Anche per i calciatori non deve essere facile. Guadagnano tanto, è vero, ma sono uomini e quindi sensibili ciascuno a modo proprio di fronte a ciò che capita loro attorno. E sono anche professionisti, i quali si aspettano di sapere cosa li attende, e cioè se prenderanno i loro soldi e quando e se l'Inter potrà continuare a lottare per grandi traguardi.

Antonio Conte | Marco Luzzani/Getty Images
Antonio Conte | Marco Luzzani/Getty Images

Guidare una squadra e una società in queste condizioni non è semplice, perché le sbandate e gli sbalzi di umore dei singoli sono sempre possibili o addirittura probabili. E uno scudetto si gioca anche sui dettagli. Perciò, scrive Agresti, "oggi è giusto riconoscere il lavoro complicatissimo, e finora decisamente positivo, che stanno svolgendo Conte e Marotta. Conte e Marotta - lo vediamo e lo sappiamo - cercano in ogni modo di tenere il caos, l’incertezza e i dubbi lontani dallo spogliatoio dell’Inter. Faticano tanto per riuscirci, molto più di quanto si possa immaginare. Adesso che la squadra nerazzurra ha battuto in quel modo netto la Juve, lanciandosi definitivamente nella lotta per lo scudetto, è giusto sottolineare i loro meriti. L’Inter a nostro avviso era e rimane la favorita per la vittoria in campionato, male variabili introdotte dalla crisi cinese rendono tutto più duro. E non perché il club probabilmente non farà mercato, ma per i problemi ambientali che si sono creati. Riusciranno i nerazzurri a non farsi condizionare? La nuova sfida è proprio questa".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.