Italia markets open in 6 hours 46 minutes

Intesa perfeziona accordo con Nexi, plusvalenza per circa 1,1 mld in trim2

La sede centrale Intesa San Paolo a Torino

MILANO (Reuters) - Intesa Sanpaolo ha perfezionato l'accordo strategico siglato lo scorso dicembre con Nexi mediante il quale avrà il 9,9% della società di pagamenti e una plusvalenza dopo le imposte di 1,1 miliardi di euro.

L'accordo prevede il trasferimento a Nexi del ramo aziendale di Intesa costituito dall'attività di acquiring svolta in oltre 380.000 punti vendita, ricorda una nota.

Inoltre, è prevista una partnership di lunga durata per la quale Nexi diventa nell'acquiring partner esclusivo di Intesa che mantenendo la relazione con la propria clientela distribuisce i servizi Nexi.

La plusvalenza per Intesa di circa 1,1 miliardi di euro verrà contabilizzata nel secondo trimestre 2020 ed è data dalla differenza tra il prezzo di acquisto del 9,9% del capitale di Nexi e il corrispondente valore risultante dalla quotazione di borsa del titolo.

A dicembre Intesa aveva stimato una plusvalenza netta di circa 900 milioni. [nL8N28T3EJ]

L'operazione genererà un aumento dell’Ebitda di gruppo per Nexi atteso di circa 95 milioni di euro nel 2020 e un aumento "high teens" del cash Eps a partire dal 2020, informa una seconda nota.

Nexi spiega che il corrispettivo per l’acquisizione, pari a 1 miliardo di euro, è stato finanziato facendo ricorso ai proventi dell’emissione del prestito obbligazionario equity-linked collocato lo scorso aprile (scadenza aprile 2027) e a un finanziamento bancario a termine, erogato oggi da un pool di banche, per un importo nominale di 466,5 milioni di euro (scadenza giugno 2025), che hanno sostituito il finanziamento ponte originario da 1 miliardo, con scadenza massima fine 2021.




(Gianluca Semeraro, Cristina Carlevaro in redazione a Roma Francesca Piscioneri)