Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    39.961,16
    -1.148,97 (-2,79%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

Intesa Sanpaolo e Arcidiocesi Torino insieme per le microimprese

Red
·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 8 feb. (askanews) - L'Arcidiocesi di Torino e Intesa Sanpaolo hanno avviato un'iniziativa congiunta per finanziare le microimprese e i lavoratori autonomi colpiti dalla crisi generata dalla pandemia. Il progetto è coordinato dalla Fondazione don Mario Operti Onlus, "braccio operativo" dell'Ufficio diocesano di Pastorale sociale e del lavoro, attiva con il Fondo So.rri.so, che sarà incrementato per arginare gli effetti sociali ed economici della pandemia. I finanziamenti concessi, rimborsabili in massimo 6 anni, avranno un tasso dello 0,4% grazie alla garanzia prestata dalla Fondazione Operti, moltiplicata da Intesa Sanpaolo. All'iniziativa hanno aderito tutte le Associazioni di categoria delle piccole imprese e Compagnia di San Paolo.

"Torino e il Piemonte sono aree strategiche e di grande attenzione", ha detto il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros Pietro, ricordando la forte presenza della banca sul terroritorio, dove lavorano quasi 9mila dipendenti, il 10% delle risorse del gruppo. "Con l'operazione Ubi - ha aggiunto - il Piemonte si è ulteriormente rafforzato nella geografia del gruppo. Si è infatti aggiunta la componente del Cuneese, grazie alla sua forte presenza in questa zona e alla Fondazione CRCuneo". Nel 2020, ha ricordato Gros-Pietro, Intesa Sanpaolo ha erogato in Piemonte 1,7 miliardi di euro per iniziative legate al Covid e complessivamente 3,9 miliardi, +55% sul 2019, "finanziamenti che hanno aiutato le famiglie e le imprese nei loro acquisti correnti come nei loro grandi progetti, favorendo contemporaneamente investimenti e la nascita di nuove idee".

L'impatto della pandemia sul tessuto socioeconomico piemontese è drammatico (dati Ires Piemonte): oltre 33mila aziende e quasi 100mila lavoratori interessati dalla Cassa integrazione in deroga a dicembre 2020, con una spesa stimata di circa 182 milioni di euro. Nel solo periodo gennaio-novembre 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019, si registrano 174mila assunzioni in meno. Aumenta il numero di famiglie beneficiarie di misure pubbliche a sostegno del reddito rispetto all'anno precedente. Il Reddito di emergenza è stato richiesto da 15,1 famiglie piemontesi ogni 1.000, valore superiore alle altre regioni del nord, eccetto Liguria (15,5) ed Emilia-Romagna (22,5).

"Il lavoro è la prima emergenza sociale. Era un nodo critico già prima dello scoppio violento della pandemia; oggi lo è diventato drammaticamente. E senza le imprese non può esistere lavoro', ha osservato l'Arcivescovo di Torino, monsignor Nosiglia. "Il progetto unisce l'anima creditizia e quella filantropica in modo innovativo. È anche un nuovo capitolo di collaborazione con la Compagnia di San Paolo", ha dichiarato Gros-Pietro

Nel 2020 Intesa Sanpaolo ha contribuito alla crescita di 12 mila organizzazioni del terzo settore in Piemonte con erogazioni per 89 milioni di euro e ha distribuito 17 milioni di pasti con la collaborazione di Caritas e il Banco Alimentare. Aiuti sono stati forniti anche alla sanità piemontese, realizzando un asilo nido al Regina Margherita e contribuendo all'acquisto di apparecchiature per alcuni ospedali, tra cui quello di Candiolo. Iniziative che si inseriscono nel più ampio intervento nazionale da 100 milioni per contrastare il Covid.