Italia markets open in 8 hours 22 minutes
  • Dow Jones

    34.382,13
    +360,73 (+1,06%)
     
  • Nasdaq

    13.429,98
    +304,98 (+2,32%)
     
  • Nikkei 225

    28.084,47
    +636,47 (+2,32%)
     
  • EUR/USD

    1,2151
    +0,0066 (+0,55%)
     
  • BTC-EUR

    37.625,09
    -2.262,45 (-5,67%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,33
    +39,77 (+2,93%)
     
  • HANG SENG

    28.027,57
    +308,87 (+1,11%)
     
  • S&P 500

    4.173,85
    +61,35 (+1,49%)
     

Intesa SanPaolo: migliora qualità credito, crediti deteriorati -44 mld da picco 2015

Redazione Finanza
·1 minuto per la lettura

Nel primo trimestre del 2021, miglioramento della qualità del credito per la banca Intesa SanPaolo, guidata da Carlo Messina. La banca ha assistito a una "riduzione dei crediti deteriorati, al lordo delle rettifiche di valore, di circa 44 miliardi dal picco di settembre 2015 e di circa 32 miliardi dal dicembre 2017 superando con un anno di anticipo, per circa 6 miliardi, l'obiettivo di riduzione pari a circa 26 miliardi previsto per l'intero quadriennio del Piano di Impresa 2018-2021; lo stock di crediti deteriorati è sceso a marzo 2021, rispetto a dicembre 2020, dello 0,8% al lordo delle rettifiche di valore e del 2,3% al netto". "L'incidenza dei crediti deteriorati sui crediti complessivi a marzo 2021 è stata pari al 4,4% al lordo delle rettifiche di valore e al 2,3% al netto. Considerando la metodologia adottata dall'EBA, loincidenza dei crediti deteriorati al lordo delle rettifiche di valore è risultata pari al 3,5%". Si segnalano "elevati livelli di copertura dei crediti deteriorati: livello di copertura specifica dei crediti deteriorati al 49,4% a fine marzo 2021, con una copertura specifica della componente costituita dalle sofferenze al 59,4%; robusto buffer di riserva sui crediti in bonis, pari allo 0,6% a fine marzo 2021".