Italia markets close in 4 hours 9 minutes
  • FTSE MIB

    26.055,55
    -316,37 (-1,20%)
     
  • Dow Jones

    34.022,04
    -461,68 (-1,34%)
     
  • Nasdaq

    15.254,05
    -283,64 (-1,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.753,37
    -182,25 (-0,65%)
     
  • Petrolio

    65,91
    +0,34 (+0,52%)
     
  • BTC-EUR

    49.579,35
    -1.286,82 (-2,53%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.433,72
    -35,36 (-2,41%)
     
  • Oro

    1.779,20
    -5,10 (-0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1343
    +0,0021 (+0,18%)
     
  • S&P 500

    4.513,04
    -53,96 (-1,18%)
     
  • HANG SENG

    23.788,93
    +130,01 (+0,55%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.114,52
    -64,63 (-1,55%)
     
  • EUR/GBP

    0,8513
    -0,0010 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0419
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4532
    +0,0036 (+0,25%)
     

Intesa Sanpaolo, utile netto sale 4 miliardi

·2 minuto per la lettura

Intesa Sanpaolo archivia i primi nove mesi dell'anno con un utile netto di 4.006 milioni di euro e approva un acconto sul dividendo sui risultati del 2021. La banca raggiunge in anticipo di tre mesi l'obiettivo sull'utile che si era fissata per l'intero anno, un risultato in calo del 37,2% rispetto ai primi nove mesi del 2020 ma in crescita del 28,7% escludendo il goodwill negativo provvisorio originato dall’acquisizione di Ubi Banca. Il consiglio di amministrazione ha quindi approvato la distribuzione di 7,21 centesimi di euro per azione come acconto dividendi a valere sui risultati del 2021, per un ammontare di 1,4 miliardi di euro.

"Nonostante le difficoltà della pandemia, stiamo continuando a ottenere risultati eccellenti. Non eccitanti, ma comunque eccellenti", ha commentato l'amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina. Il ceo del gruppo ha dato alcune indicazioni sul nuovo piano strategico, che sarà presentato il prossimo febbraio. "Voglio creare le condizioni per generare una crescita sostenibile e importante dell'utile netto" nel nuovo piano "Voglio arrivare al nuovo piano con zero problemi legati al costo del rischio e ai crediti deteriorati". In particolare sul fronte degli Npl la banca sta valutando nuove possibili cessioni. In ogni caso, ha ribadito Messina, nei piani di Intesa Sanpaolo non c'è l'ipotesi di fusioni e acquisizioni di grandi dimensioni. L'M&A "non è assolutamente nei piani possibili ".

Sul fronte dei conti dei primi tre trimestri le commissioni nette si sono attestate a 7.008 milioni, in crescita dell’11,5%, mentre gli interessi netti a 5.946 milioni, in calo del 4,2%. I crediti deteriorati complessivamente ammontano a 9.141 milioni, in diminuzione del 14,9% da fine 2020. Fra i coefficienti patrimoniali il Common Equity Tier 1 ratio si attesta al 14,3% dal 14,7% di fine 2020 e il Tier 1 al 16,2%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli