Italia markets close in 3 hours 21 minutes
  • FTSE MIB

    22.099,42
    +397,63 (+1,83%)
     
  • Dow Jones

    29.591,27
    +327,79 (+1,12%)
     
  • Nasdaq

    11.880,63
    +25,66 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    26.165,59
    +638,22 (+2,50%)
     
  • Petrolio

    43,66
    +0,60 (+1,39%)
     
  • BTC-EUR

    16.173,16
    +592,02 (+3,80%)
     
  • CMC Crypto 200

    377,79
    +16,36 (+4,53%)
     
  • Oro

    1.808,00
    -29,80 (-1,62%)
     
  • EUR/USD

    1,1868
    +0,0022 (+0,19%)
     
  • S&P 500

    3.577,59
    +20,05 (+0,56%)
     
  • HANG SENG

    26.588,20
    +102,00 (+0,39%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.505,14
    +42,10 (+1,22%)
     
  • EUR/GBP

    0,8902
    +0,0017 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0834
    +0,0034 (+0,31%)
     
  • EUR/CAD

    1,5496
    +0,0010 (+0,06%)
     

Intesa Sp, Messina: abbiamo uno "scudo magico" per prossimi anni

Bos
·1 minuto per la lettura

Milano, 4 nov. (askanews) - L'avviamento negativo per l'integrazione di Ubi Banca, pari a 3,3 miliardi di euro e decisamente "superiore alle attese", unitamente a una forte posizione di liquidità, rappresenta uno "scudo magico" che consente a Intesa Sanpaolo di guardare con fiducia al futuro. E' in sintesi il messaggio lanciato dal'Ad del gruppo, Carlo Messina, nella conference call con la comunità finanziaria sui risultati dei primi 9 mesi 2020. "Questo 'badwill' è uno 'scudo magico' per affrontare un contesto che sarà veramente duro. Lo utilizzeremo per rendere la banca ancora più forte e solida per il 2021 e per l'avvenire", ha affermato Messina. "Nel quarto trimestre, decideremo come utilizzare il goodwill negativo per rafforzare il bilancio della banca e affrontare il 2021 in una condizione di ulteriore solidità", ha dichiarato Messina, aggiungendo che questo sarà quindi anche un "acceleratore della creazione di valore per gli anni 2021, 2022 e anche 2023". Alle reiterate domande degli analisti su come verrà impiegato il potenziale 'tesoretto', Messina ha replicato: "secondo me in primo luogo dovremo impiegarlo per aumentare la riduzione dei crediti deteriorati e quindi per una copertura maggiore. Se possibile, per accelerare il deleveraging". "Sarà uno 'scudo magico' per essere sicuri di poter affrontare qualsiasi ulteriore eventuale fattore negativo e per rafforzare la redditività. Siamo l'unica banca in Europa che può dire di poter rafforzare la propria redditività nel futuro", ha ribadito. Oggi Messina ha peraltro sottolineato che Intesa ha ridotto lo stock dei crediti deteriorati di 3 miliardi di euro nei nove mesi del 2020. Il flusso di nuovi crediti deteriorati, ha dichiarato, è "al livello più basso mai registrato nei primi nove mesi dell'anno".