Italia markets open in 6 hours 51 minutes
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,67 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,54 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,67 (+0,14%)
     
  • EUR/USD

    1,1972
    -0,0009 (-0,07%)
     
  • BTC-EUR

    46.745,57
    -4.872,15 (-9,44%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.262,73
    -128,98 (-9,27%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,61 (+0,61%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     

Investimenti pubblicitari in crescita del 21% nel 2021

Alessandra Caparello
·1 minuto per la lettura

Il 2021 si chiuderà con una crescita degli investimenti pubblicitari pari al 4%, in linea con le aspettative di recupero del PIL. Così stima l’UPA, l’associazione delle più importanti aziende che investono in pubblicità e in comunicazione in Italia, stima effettuando una survey tra gli associati, da cui emerge una ripresa della fiducia da parte degli investitori, pur a fronte di una situazione complessiva non priva di incertezze. Se la crescita degli investimenti sarà confermata, quest’anno si assisterà a un parziale recupero della contrazione (-11%) registrata nel 2020 a causa della pandemia. “Dalla nostra survey emerge la volontà delle imprese italiane di continuare a investire in comunicazione per valorizzare le nostre marche”, ha dichiarato Lorenzo Sassoli de Bianchi, presidente UPA. “La previsione di crescita degli investimenti pubblicitari è un segnale positivo poiché, se confermata, potrà senz’altro stimolare la ripresa economica complessiva del Paese”. “La pubblicità - ha proseguito Sassoli - ha storicamente anticipato le tendenze del mercato, soprattutto sul lato dei consumi, che hanno segnato nel 2020 una decisa contrazione e che, grazie all’auspicata riduzione dei contagi, potranno tornare a crescere. Molto dipenderà, a questo, punto dalla velocità del programma di vaccinazione, vera priorità del Paese”.