Italia markets close in 3 hours 12 minutes
  • FTSE MIB

    17.899,66
    +27,38 (+0,15%)
     
  • Dow Jones

    26.659,11
    +139,16 (+0,52%)
     
  • Nasdaq

    11.185,59
    +180,72 (+1,64%)
     
  • Nikkei 225

    22.977,13
    -354,81 (-1,52%)
     
  • Petrolio

    35,94
    -0,23 (-0,64%)
     
  • BTC-EUR

    11.390,62
    +2,75 (+0,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,81
    +18,13 (+7,47%)
     
  • Oro

    1.888,60
    +20,60 (+1,10%)
     
  • EUR/USD

    1,1696
    +0,0018 (+0,15%)
     
  • S&P 500

    3.310,11
    +39,08 (+1,19%)
     
  • HANG SENG

    24.107,42
    -479,18 (-1,95%)
     
  • Euro Stoxx 50

    2.956,57
    -3,46 (-0,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,9013
    -0,0019 (-0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0695
    +0,0010 (+0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,5555
    +0,0005 (+0,03%)
     

Investindustrial valuta vendita gruppo chimico Polynt - fonti

di Pamela Barbaglia e Elisa Anzolin e Stephen Jewkes
·2 minuti per la lettura

di Pamela Barbaglia e Elisa Anzolin e Stephen Jewkes

MILANO (Reuters) - Il fondo di private equity Investindustrial si prepara a vendere il gruppo chimico Polynt-Reichhold, in un'operazione che potrebbe valere fino a due miliardi di euro.

E' quanto riferiscono alcune fonti vicine alla situazione, sottolineando che l'asta potrebbe essere avviata all'inizio del 2021.

Il gruppo, con base in Italia, nasce nel 2017 dalla fusione di Polynt, controllata da Investindustrial, e Reichhold, controllato da Black Diamond Capital.

Il gruppo, che si occupa della produzione e vendita di anidridi organiche e loro derivati, potrebbe valere tra 1,5 e 2 miliardi di euro, sulla base di un Ebitda 2019 di 241 milioni di euro, secondo due fonti.

Investindustrial, guidata da Andrea Bonomi, potrebbe dare mandato alle banche nelle prossime settimane per dare il via a un'asta che potrebbe partire a inizio del prossimo anno, secondo le fonti.

Investindustrial non è stato immediatamente raggiungibile per un commento.

La vendita di Polynt potrebbe attirare l'interesse sia di grandi fondi di private equity sia di player industriali, spiega una fonte.

La stessa fonte ha aggiunto che Investindustrial sta seguendo con attenzione la vendita di una divisione chimica di Lonza - che potrebbe valere 3-3,5 miliardi di franchi svizzeri - in quanto punta a sondare gli stessi potenziali offerenti, una volta che il gruppo svizzero avrà fatto la sua scelta.

"I tempi sono chiave. Molte persone stanno ancora lavorando sul dossier Lonza e rivolgeranno l'attenzione a Polynt solo una volta che verrà fatta chiarezza su quello", spiega la fonte.

Investindustrial ha preso il controllo, indirettamente, di Polynt nel 2008, attraverso Specialty Polymers e ha poi più che triplicato i ricavi soprattutto grazie all'acquisizione della statunitense Reichhold.

(Pamela Barbaglia da Londra, Elisa Anzolin e Stephen Jewkes da Milano, Arno Schuetze da Francoforte, in redazione a MilanO Maria Pia Quaglia)