Italia markets open in 6 hours 31 minutes
  • Dow Jones

    30.937,04
    -22,96 (-0,07%)
     
  • Nasdaq

    13.626,06
    -9,93 (-0,07%)
     
  • Nikkei 225

    28.712,20
    +166,02 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    0,0000 (-0,00%)
     
  • BTC-EUR

    26.453,58
    -562,87 (-2,08%)
     
  • CMC Crypto 200

    649,21
    +1,88 (+0,29%)
     
  • HANG SENG

    29.391,26
    0,00 (0,00%)
     
  • S&P 500

    3.849,62
    -5,74 (-0,15%)
     

Investire sfruttando la stagionalità favorevole dell'oro

Gabriele Bellelli
·4 minuto per la lettura

Non tutti gli investitori sono a conoscenza dell’importanza della stagionalità sui mercati finanziari.

Nel corso degli anni numerosi studi statistici hanno dimostrato come sui mercati finanziari esista una stagionalità che può essere favorevole oppure sfavorevole.

Una stagionalità “favorevole” indica una finestra temporale all’interno della quale storicamente le quotazioni del sottostante hanno generato una performance positiva.

Al contrario invece, una stagionalità “sfavorevole” identifica una finestra temporale all’interno della quale le quotazioni del sottostante tendono a diminuire o quantomeno ad essere deboli.

La stagionalità tende a coinvolgere ogni asset, come il mercato azionario oppure le materie prime, che sono probabilmente il sottostante maggiormente influenzato dalla stagionalità.

Una delle stagionalità più famose sui mercati finanziari è quella dell'oro.

Entrando nel dettaglio, il periodo compreso tra metà dicembre e metà febbraio tende ad essere una finestra temporale propizia per le quotazioni dell'oro, come è possibile riscontrare nell'immagine sottostante.

Per comprendere se questa finestra temporale rialzista esiste davvero o è frutto di una illusione ottica oppure di una delle tante leggende metropolitane diffuse sui mercati finanziari, occorre effettuare un test statistico e, come nostro solito, dare parola ai numeri.

Testando una strategia molto semplice che prevede di acquistare a metà dicembre e di vendere a metà febbraio, emerge in tutta evidenza come i risultati siano decisamente positivi.

L'equity line (linea dei profitti), illustrata nell'immagine sottostante, descrive una strategia profittevole e con una buona regolarità dei profitti.

Anche le metriche di questa strategia sono decisamente interessanti e positive dal momento che rivelano una profittabilità del 84% e un profit factor di 8,11.

I numeri confermano quindi che il periodo compreso tra metà dicembre e metà febbraio rappresenta una finestra temporale propizia per le quotazioni dell'oro che può essere sfruttata da un investitore e da un trader.

Possiamo però fare un ulteriore passo avanti ed analizzare il carattere dell'oro per indagare se ci sono altre peculiarità dell'andamento della quotazione.

Anche in questo caso diamo la parola ai numeri per indagare se l'andamento del prezzo dell'oro ha un carattere "mean reverting" e "breakout".

Non si tratta di una differenza di poco conto dal momento che dal carattere discenderà la tipologia di strategia operativa da implementare per essere profittevoli sull'oro.

Partiamo dal carattere "mean reverting" che identifica un sottostante su cui conviene applicare una strategia che prevede di acquistare su debolezza e di rivendere sulla forza.

Anche senza essere esperti, risulta evidente come il grafico sottostante descriva un'equity line che produce perdite.

In ottica trading, l'approccio mean reverting è quindi da evitare.

Arriviamo adesso a testare il carattere "breakout" che prevede di acquistare la forza e di shortare la debolezza dei prezzi.

In questo caso, il risultato positivo è sotto gli occhi di tutti: acquistare sulla forza (ad esempio in occasione della rottura al rialzo di un livello di resistenza di prezzo) oppure shortare su debolezza (ad esempio in occasione della rottura al ribasso di un livello di supporto) produce un'equity line crescente e profittevole.

In ultimo dal punto di vista operativo, occorre individuare uno strumento finanziario efficiente per replicare questo approccio operativo che coniuga insieme due studi statistici, quello della stagionalità e quello della natura del sottostante.

Oltre a futures e opzioni, che sono strumenti per investitori evoluti e con un discreto capitale, oltre ad una buona gestione dell'emotività, mi sentirei di consigliare l'ETC "Xtrackers Physical Gold EUR Hedged ETC" con isin DE000A1EK0G3.

Questo ETC si caratterizza per investire sull'oro fisico, e quindi per non subire l'effetto contango, e per essere a cambio coperto, per cui l'unica variabile che determina il prezzo di questo strumento finanziario è l'andamento dell'oro.

Ad un osservatore attento non sarà sfuggito come adottare una strategia che asseconda il carattere del sottostante, all'interno di una finestra stagionale favorevole su uno strumento finanziario efficiente, comporti un indubbio vantaggio operativo.

Sui mercati finanziari non ci sono certezze e ogni strategia comporta un numero di falsi segnali ma questo approccio,  che mi piace definire da "buon padre di famiglia" e da "investitore consapevole", permette di investire in modo saggio, sfruttando strategie che sono state testate e verificare come profittevoli nel passato e quindi di lavorare mettendo le probabilità dalla propria parte, aumentando le possibilità di risultare profittevoli sui mercati finanziari.

Autore: Gabriele Bellelli Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online