Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.086,98
    -210,75 (-0,61%)
     
  • Nasdaq

    13.499,68
    -39,61 (-0,29%)
     
  • Nikkei 225

    27.011,33
    -120,01 (-0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1252
    -0,0053 (-0,47%)
     
  • BTC-EUR

    33.126,37
    +78,39 (+0,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    854,70
    -1,12 (-0,13%)
     
  • HANG SENG

    24.289,90
    +46,29 (+0,19%)
     
  • S&P 500

    4.335,78
    -20,67 (-0,47%)
     

Investitori a Reddito fisso, un 2022 da ripensare?

·3 minuto per la lettura

I mercati finanziari sono in rosso e non è chiaro quando questa situazione negativa terminerà, anche se il 2022 è visto dagli investitori istituzionali come un anno positivo in cui la revenge spending si farà sentire ulteriormente a causa di una domanda che in parte resta repressa dalle condizioni pandemiche e dalle strozzature lungo la catena della fornitura.

Per gli investitori a reddito fisso si prospetterebbe, tuttavia, un 2022 in cui un portafoglio bilanciato tra azioni e obbligazioni non renderà quanto sperato, ma anzi potrebbe rendere ben poco secondo gli analisti esperti del Financialounge.

A giocare un ruolo fondamentale sui mercati finanziari troveremo ancora le banche centrali. Negli Stati Uniti la Federal Reserve (Fed) e in Europa la Banca Centrale Europea (Bce).

La politica monetaria ha molta influenza sui mercati e sulle due sponde dell’Atlantico si pondera ogni singola parola per evitare scossoni che potrebbero far capitolare molti investimenti.

Tuttavia questa situazione di incertezza, ora alimentata anche dal no al piano USA del presidente Joe Biden, “Build Back Better” da 2 mila miliardi di dollari, è destinata a transitare.

Nuove opportunità di crescita si affacceranno sui mercati finanziari, o forse si stanno affacciando proprio adesso che molti titoli si stanno deprezzando. E non solo titoli azionari, ma anche i fondi negoziati in borsa (ETF) stanno perdendo valore e si presentano come una ottima opportunità per l’investitore a reddito fisso di entrare in un settore che potrebbe sul lungo termine fornirgli interessanti guadagni.

Dollaro al rialzo nel 2022

Per quanto riguarda il dollaro USA, nel 2022 potrebbe subire un rialzo rispetto all’euro per via di una politica monetaria Fed-Bce che non viaggia più sulla stessa frequenza.

Alla Lagarde l’arduo compito di pronunciare le giuste parole per garantire ai mercati una transizione della politica monetaria che sia il più soft possibile, con tempi certi e tanta flessibilità.

Queste situazioni potrebbero spingere un po’ di investitori che detengono denaro liquido nei portafogli, a comprare più dollari facendone salire il prezzo contro l’euro.

Investitori a reddito fisso rivolti verso gli emergenti

Quale 2022 si prospetta per gli investitori a reddito fisso, quindi? Ebbene gli obbligazionari non appaiono avere molto margine per corse verso l’alto, e questo in un portafoglio bilanciato (azioni-obbligazioni) potrebbe azzerare i guadagni il prossimo anno.

Quello che si può prospettare è un investimento nei mercati emergenti, dove ricercare titoli obbligazionari che hanno ancora un margine di crescita importante. Del resto i paesi emergenti non sono ancora stati vaccinati se non in minima parte, e per questo lì non vi è stata ancora nessuna ripresa reale delle economie.

Rivolgersi alla Cina o fare allocazioni tattiche?

La Cina è in un momento critico sia per via dell’immobiliare, ma anche per le modifiche normative che il governo sta apportando al Paese e che di fatto hanno scatenato la crisi dell’immobiliare.

Secondo alcuni analisti investire in Cina è strategico, e farlo in questa fase permetterebbe di acquistare a prezzi scontati molti titoli interessanti. Tuttavia c’è da porsi la domanda se conviene rafforzare con capitali esteri una Cina che, contro gli Stati che non si allineano, usa la minaccia economica in modo deliberato e senza il rispetto del diritto internazionale (vedasi casi Lituania e Australia).

Le allocazioni tattiche, ovvero la scelta di modificare in corsa la propria allocazione strategica decisa a inizio anno, potrebbe essere una utile “arma” per difendere il valore del portafoglio.

Una allocazione tattica richiede una buona conoscenza dei mercati per evitare scelte sbagliate. In questo caso il supporto di un consulente potrebbe essere importante.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli