Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 5 hours 47 minutes
  • FTSE MIB

    32.589,72
    -111,20 (-0,34%)
     
  • Dow Jones

    39.131,53
    +62,43 (+0,16%)
     
  • Nasdaq

    15.996,82
    -44,78 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    39.233,71
    +135,01 (+0,35%)
     
  • Petrolio

    76,17
    -0,32 (-0,42%)
     
  • Bitcoin EUR

    47.193,78
    -373,78 (-0,79%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.043,60
    -5,80 (-0,28%)
     
  • EUR/USD

    1,0851
    +0,0028 (+0,26%)
     
  • S&P 500

    5.088,80
    +1,77 (+0,03%)
     
  • HANG SENG

    16.634,74
    -91,12 (-0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.862,48
    -10,09 (-0,21%)
     
  • EUR/GBP

    0,8555
    +0,0017 (+0,20%)
     
  • EUR/CHF

    0,9535
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4662
    +0,0052 (+0,36%)
     

Investitori vedono capitalizzazione Microsoft stabilmente sopra Apple in futuro

Logo Microsoft al Microsoft Theatre

(Reuters) - Il vantaggio iniziale di Microsoft nel campo dell'intelligenza artificiale fa sì che il valore di borsa del gigante del software sia destinato a superare decisamente quello di Apple nei prossimi cinque anni, secondo la valutazione di 13 investitori istituzionali in vista della pubblicazione delle trimestrali delle megacap tecnologiche questa settimana.

Il titolo Microsoft ha iniziato il 2024 con un rialzo del 7%, superando i 3.000 miliardi di dollari di capitalizzazione e spodestando Apple come azienda di maggior valore al mondo.

Alla chiusura della seduta di venerdì scorso, la capitalizzazione di Microsoft era di pochi miliardi di dollari superiore a quella di Apple.

Alla domanda di Reuters su quale sarà la società di maggior valore tra cinque anni, 13 analisti di mercato hanno detto di aspettarsi che Microsoft rimanga davanti ad Apple.

Ci potrebbero essere delle variazioni nelle quotazioni delle due aziende questa settimana, con Microsoft che pubblicherà i suoi risultati trimestrali domani, seguita da Apple giovedì.

Nel lungo termine tutti gli investitori sentiti da Reuters hanno affermato che i recenti successi di Microsoft nell'Ia generativa le conferiscono un forte vantaggio su Apple.

Apple e Microsoft potrebbero trovarsi tuttavia a competere per il secondo posto, secondo alcuni degli analisti che citano i recenti guadagni di Nvidia, i cui chip hanno alimentato la rivoluzione dell'intelligenza artificiale.

Microsoft ha effettuato investimenti nel produttore di ChatGpt OpenAi e sta incorporando la tecnologia di Ia generativa in tutte le proprie attività. È probabile che l'intelligenza artificiale avvantaggi le offerte di cloud computing di Microsoft, che compete con Amazon e Alphabet in questo mercato in piena espansione. Nel settore delle applicazioni, Outlook offre ora agli utenti un servizio di intelligenza artificiale per la composizione delle email.

Microsoft "ha più carte da giocarsi sotto forma di cloud Azure, giochi, software aziendale e, naturalmente, l'intelligenza artificiale è la più interessante", ha detto King Lip, chief strategist di Baker Avenue Wealth Management. "Apple si affida soprattutto all'iPhone, che è un mercato maturo, e l'azienda deve ancora specificare come intende competere nella corsa agli armamenti dell'intelligenza artificiale"

Apple ha incorporato l'intelligenza artificiale nelle funzioni dei prodotti, come ad esempio lo scatto di foto migliori per l'iPhone, ma gli investitori vorranno sapere di più sui piani dell'azienda giovedì. La loro attenzione sarà rivolta anche al mercato cinese dove la domanda di iPhone è crollata a causa della lenta ripresa di Huawei che erode la quota di mercato dell'azienda di Cupertino.

Venerdì Apple inizierà a vendere negli Stati Uniti il visore per la realtà mista Vision Pro, la scommessa più costosa da oltre un decennio a questa parte. Da quando Steve Jobs ha lanciato l'iPhone nel 2007, le azioni Apple hanno registrato un'impennata di oltre il 4.300%, superando Exxon Mobil nel 2011 come società di maggior valore a Wall Street e diventando un investimento fondamentale per i gestori di portafoglio che cercano di sovraperformare l'S&P 500.

Con gli investitori preoccupati per la debolezza della domanda di iPhone in Cina, il titolo Apple è rimasto poco mosso fino nel 2024, sottoperformando il rialzo dello S&P 500 di quasi il 2,5% e l'aumento del 7% delle azioni Microsoft quest'anno.

Di contro Microsoft ha fatto segnare un rally del 57% nel 2023 grazie alla sua posizione di leadership nell'Ia generativa. Secondo Lseg, il titolo è ora scambiato a 33 volte gli utili attesi, rispetto a un Pe forward di 28 per Apple e di una media di circa 20 per l'S&P 500.

"Si tratta di aziende in crescita di qualità... ma per giustificare queste valutazioni, devono continuare a crescere a ritmi aggressivi. Avranno bisogno di aumentare la produttività e credo che Microsoft sia in grado di farlo meglio di Apple", ha detto Mike Dickson, responsabile della ricerca di Horizon Investments.

Cinquanta analisti di Wall Street consigliano di acquistare le azioni Microsoft, mentre quattro analisti hanno valutazioni neutre e nessuno consiglia di venderle, secondo i dati Lseg. Apple ha 26 valutazioni positive e 12 neutre, mentre due analisti consigliano di vendere, compreso un downgrade a "underweight" da parte di Barclays questo mese a causa delle preoccupazioni per le "scarse" vendite di iPhone.

Nvidia, che ora è il produttore di chip di maggior valore dopo che le sue azioni sono più che triplicate lo scorso anno, potrebbe anche essere un concorrente per diventare l'azienda di maggior valore al mondo nei prossimi anni, ha detto Wayne Kaufman, analista capo del mercato presso Phoenix Financial Services a New York.

Dopo aver toccato i massimi storici la scorsa settimana, la capitalizzazione di mercato di Nvidia ha superato i 1.500 miliardi di dollari, diventando la quinta azienda di maggior valore a Wall Street, a meno di 200 miliardi di dollari da Amazon. "Ho detto ai nostri broker e clienti che Nvidia è come Microsoft nei primi anni '90 e Intel nei primi anni '80", ha detto Kaufman.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)