Italia markets open in 1 hour 35 minutes
  • Dow Jones

    34.086,04
    +368,95 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    11.584,55
    +190,74 (+1,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.346,88
    +19,77 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0877
    +0,0011 (+0,10%)
     
  • BTC-EUR

    21.236,69
    +98,08 (+0,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    524,33
    +5,54 (+1,07%)
     
  • HANG SENG

    22.007,89
    +165,56 (+0,76%)
     
  • S&P 500

    4.076,60
    +58,83 (+1,46%)
     

Iran intima Ue di non inserire Guardie Rivoluzionarie in lista organizzazioni terroristiche

Bandiere dell'Unione europea davanti la sede della Commissione europea a Bruxelles, in Belgio

DUBAI (Reuters) - L'Iran ha dichiarato che l'Unione europea "si darebbe la zappa sui piedi" se includesse il Corpo delle Guardie Rivoluzionarie nella lista delle organizzazioni terroristiche, un giorno dopo l'invito del Parlamento europeo all'Ue a seguire questa strada.

"Abbiamo ripetutamente affermato che le Guardie Rivoluzionarie sono un'organizzazione formale e sovrana il cui ruolo è centrale per garantire la sicurezza dell'Iran", ha detto il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amirabdollahian durante una telefonata con l'Alto Rappresentante per gli Affari Esteri dell'Ue, Josep Borrell.

"I passi compiuti dal Parlamento europeo per inserire l'organizzazione nell'elenco dei terroristi sono in un certo senso una zappa sui piedi per l'Europa stessa".

Ieri, il Parlamento europeo ha chiesto all'Ue di inserire la Guardia rivoluzionaria nell'elenco delle organizzazioni terroristiche, accusandola della repressione dei manifestanti iraniani e della fornitura di droni all'esercito russo per il loro utilizzo in Ucraina.

Anche lo Stato Maggiore delle Forze Armate iraniane, che coordina le attività tra l'esercito convenzionale iraniano e le Guardie Rivoluzionarie, ha ammonito l'Ue a non inserire le Guardie nell'elenco delle organizzazioni terroristiche, secondo l'agenzia di stampa ufficiale iraniana Irna.

"La recente azione del Parlamento europeo, oltre a non avere precedenti nelle norme e nei regolamenti internazionali, avrà ripercussioni sulla sicurezza e sulla pace globale e regionale, e il Parlamento europeo dovrebbe essere consapevole di tali conseguenze", si legge nella dichiarazione dello Stato Maggiore delle Forze Armate.

La dichiarazione ha anche accusato le potenze occidentali di celarsi dietro ai disordini in Iran.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Claudia Cristoferi)