Italia Markets closed

Iran, milioni di persone ai funerali di Soleimani

foto: Nazanin Tabatabaee/WANA (West Asia News Agency) via REUTERS


Folla oceanica a Teheran per i funerali del generale Soleimani. Il leader iraniano Ali Khamenei ha pregato in lacrime sulle bare di Soleimani e degli altri ufficiali uccisi nel raid americano a Baghdad. La figlia del generale, Zeinab, durante la cerimonia funebre ha detto che le famiglie dei soldati statunitensi di stanza in Medio Oriente "dovrebbero aspettarsi la morte dei loro figli". Soleimani sarà sepolto nella sua terra natale, Kerman, il prossimo martedì.

VIDEO - Iran, folla senza fine per omaggio a Soleimani 


Milioni di persone hanno continuato a sfilare in processione nella piazza Azadi. I cortei di massa per Soleimani hanno visto la partecipazione di politici e leader in tutto lo spettro politico dell'Iran, superando di fatto le recenti divisioni che avevano portato alle recenti, violente proteste all'interno della Repubblica islamica. Il successore di Soleimani, Esmail Ghaani, era vicino al fianco di Khamenei durante i funerali, così come il presidente iraniano Hassan Rouhani e altri importanti leader della Repubblica islamica.

VIDEO - Stati Uniti, migliaia di soldati in partenza verso il Medio oriente: Trump minaccia l'Iran


In un'intervista alla tv di Stato, Ghaani ha minacciato: "Dio Onnipotente ha promesso di vendicarsi e Dio è il principale vendicatore. Sicuramente verranno intraprese azioni". Ghaani è ora diventato il capo della Forza Quds della Guardia Rivoluzionaria, un braccio di spedizione dell'organizzazione paramilitare responsabile solo di Khamenei.

LEGGI ANCHE: L'esperto: "Ora l'Iran corre verso la bomba atomica"

"Se gli Stati Uniti non ritirano le forze dalla regione, affronteranno un altro Vietnam", ha detto Ali Akbar Velayati, consigliere del leader iraniano Ali Khamenei.

L'effigie del presidente Donald Trump è stata esposta in Enghelab Street con una corda al collo. Fra Teheran e Washington la tensione è alle stelle. L'Iran ha annunciato l'uscita dall'accordo sul nucleare del 2015 con le potenze mondiali. Lo scenario è che l'Iran possa arrivare alla costruzione di una bomba atomica.

In Iraq, intanto, il Parlamento ha chiesto l'espulsione di tutte le truppe americane dal suolo nazionale.

LEGGI ANCHE: Trump, psichiatri preoccupati: “Può diventare un pericolo”