Italia Markets close in 8 hrs 13 mins
  • FTSE MIB

    19.085,95
    0,00 (0,00%)
     
  • Dow Jones

    28.210,82
    -97,98 (-0,35%)
     
  • Nasdaq

    11.484,69
    -31,81 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    23.474,27
    -92,73 (-0,39%)
     
  • Petrolio

    39,95
    -0,08 (-0,20%)
     
  • BTC-EUR

    10.807,76
    +1.478,35 (+15,85%)
     
  • CMC Crypto 200

    256,77
    +11,88 (+4,85%)
     
  • Oro

    1.918,00
    -11,50 (-0,60%)
     
  • EUR/USD

    1,1854
    -0,0013 (-0,1067%)
     
  • S&P 500

    3.435,56
    -7,56 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    24.770,61
    +16,19 (+0,07%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.158,05
    -22,65 (-0,71%)
     
  • EUR/GBP

    0,9022
    -0,0000 (-0,00%)
     
  • EUR/CHF

    1,0741
    +0,0010 (+0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,5591
    +0,0011 (+0,07%)
     

Irbm pronta a produrre 10 mln dosi vaccino all'anno, non esclude possibile Ipo - AD

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - Irbm, lo società di ricerca italiana che sta affiancando AstraZeneca nello sviluppo di un vaccino contro il coronavirus, è pronta a produrre 10 milioni di dosi di vaccino all'anno nello stabilimento di Pomezia e non esclude la possiblità di quotarsi in Borsa.

Lo dice in un'intervista al quotidiano Il Riformista l'amministratore delegato e presidente del gruppo, Piero Di Lorenzo.

"Perché no?", ha replicato Di Lorenzo alla domanda su una possibile quotazione. "Stanno arrivando tante proposte di partnership, ci sono grandi aziende che vorrebbero entrare nel capitale. In molti si interessano a noi in tutto il mondo, non escludo alcuna opzione".

"Siamo un centro di ricerca. La nostra vocazione è di metterlo a punto, il vaccino. Ma abbiamo già prodotto decine di migliaia di dosi per la sperimentazione, siamo in grado di produrne dieci milioni l'anno, nel nostro stabilimento di Pomezia", spiega Di Lorenzo.

(In redazione a Milano Elvira Pollina, Cristina Carlevaro)