Iren approverà l'uscita da Edipower, prossimo step il piano industriale

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
EDNR.MI0,980,02
A2A.MI0,870,00
IRDEF1,780,00

Iren (Other OTC: IRDEF - notizie) approverà l'uscita da Edipower. In linea con quanto già preannunciato nei mesi scorsi e in occasione della prima finestra di esercizio delle put, l'utility dovrebbe ufficializzare l'uscita da Edipower nel consiglio di amministrazione di domani. Già a novembre il cda aveva dato il via libera di massima alla cessione ad A2A (Milano: A2A.MI - notizie) della quota del 21% di Edipower, richiedendo tuttavia ulteriori approfondimenti sulla valutazione degli asset.

Edipower vanta una generazione di capacità installata di 7,6GW (Kepler si aspetta un ebitda 2013 di 240 milioni di euro). A2A possiede una quota del 56% e Iren una partecipazione del 21 % . Iren ha un ' opzione per uscire da Edipower all'inizio di quest'anno : otterrà la centrale idroelettrica Tusciano ( 96MW ) e la centrale termoelettrica di Turbigo (1.770 MW ) , valutate 300 milioni di euro (equity), in linea con la valutazione effettuata durante la rottura con Edison (Milano: EDNR.MI - notizie) ( 1,4 miliardi di euro per il 100% di Edipower) e con la valutazione di Kepler (hold e target price a 0,53 euro su Iren).

L'uscita dovrebbe avvenire con uno swap del 21% di Iren in cambio delle centrali di Tusciano e Turbigo. "Ci attendiamo che in cambio per la sua quota Iren riceva gli asset di Turbigo e di Tusciano e un'allocazione del debito di Edipower (1 miliardo di euro circa. ndr) che dovrebbe essere marginale", prevedono gli analisti di Intermonte (rating neutral confermato sul titolo).

La notizia per gli analisti di Equita (buy e target price a 0,63 euro confermati sul titolo), se confermata, è positiva nonostante la valorizzazione implicita leggermente inferiore alle loro attese. La gestione diretta dell'asset, infatti, consente maggiore flessibilità e di evitare l'onere di tolling.

Prendendo in considerazione l'uscita da Edipower, con ogni probabilità il board di Iren esaminerà anche una versione aggiornata del nuovo piano industriale che dovrebbe essere approvato a breve. " Manteniamo il rating hold su Iren a causa della mancanza di upside , in attesa della presentazione del nuovo piano industriale , del le cessioni e della soluzione dei problemi di governance, attualmente oggetto di discussione da parte dei Comuni , azionisti di controllo ", spiegano gli analisti di Kepler . Attualmente in borsa il titolo Iren schizza del 3,29% a 0,5335 euro.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito