Italia markets close in 2 hours 40 minutes
  • FTSE MIB

    22.108,79
    +407,00 (+1,88%)
     
  • Dow Jones

    29.591,27
    +327,79 (+1,12%)
     
  • Nasdaq

    11.880,63
    +25,66 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    26.165,59
    +638,22 (+2,50%)
     
  • Petrolio

    43,67
    +0,61 (+1,42%)
     
  • BTC-EUR

    16.137,82
    +556,68 (+3,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    378,34
    +16,91 (+4,68%)
     
  • Oro

    1.806,10
    -31,70 (-1,72%)
     
  • EUR/USD

    1,1871
    +0,0025 (+0,21%)
     
  • S&P 500

    3.577,59
    +20,05 (+0,56%)
     
  • HANG SENG

    26.588,20
    +102,00 (+0,39%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.508,26
    +45,22 (+1,31%)
     
  • EUR/GBP

    0,8903
    +0,0019 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0826
    +0,0026 (+0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,5517
    +0,0031 (+0,20%)
     

Iren: Ebitda in linea e investimenti +28% nei primi 9 mesi

simone borghi
·1 minuto per la lettura

Il cda di Iren ha approvato i risultati al 30 settembre 2020. Escludendo gli elementi positivi non ricorrenti che hanno influenzato positivamente i primi nove mesi del 2019 e quelli del 2020, l’Ebitda è risultato in crescita dell’1% grazie all’incremento del 28% degli investimenti e alla natura multibusiness e fortemente integrata del Gruppo che ha permesso di contrastare uno scenario energetico, climatico e sanitario negativo. Il Gruppo ha chiuso i primi 9 mesi con ricavi in calo del 17,6% a 2,6 miliardi di euro a causa di uno scenario energetico e climatico particolarmente sfavorevole. Tale calo non si è però riflesso in una perdita di marginalità che si è attestata a 653 milioni di euro (+1,1% al netto degli elementi non ricorrenti sopracitati). La flessione delle Business Unit Energia e Ambiente è infatti stata completamente assorbita dai miglioramenti della marginalità delle divisioni Mercato e Reti. L’Utile Netto di Gruppo è pari a 153 milioni di euro (-6,9% escludendo i già citati elementi non ricorrenti).