Italia markets close in 30 minutes
  • FTSE MIB

    26.873,49
    +67,30 (+0,25%)
     
  • Dow Jones

    35.687,03
    +196,34 (+0,55%)
     
  • Nasdaq

    15.386,53
    +150,69 (+0,99%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    82,46
    -0,20 (-0,24%)
     
  • BTC-EUR

    52.692,76
    +1.610,31 (+3,15%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.481,99
    +62,62 (+4,41%)
     
  • Oro

    1.802,20
    +3,40 (+0,19%)
     
  • EUR/USD

    1,1681
    +0,0075 (+0,64%)
     
  • S&P 500

    4.587,57
    +35,89 (+0,79%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.227,30
    +6,42 (+0,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8461
    +0,0020 (+0,24%)
     
  • EUR/CHF

    1,0668
    +0,0020 (+0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,4402
    +0,0062 (+0,43%)
     

Iren: inaugurato il raddoppio del Biodigestore di Cairo Montenotte

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 1 ott. (askanews) - È stato inaugurato il raddoppio dell'impianto di trattamento dei rifiuti organici di Cairo Montenotte, in località Ferrania, alla presenza del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e del Sindaco di Cairo Montenotte, Paolo Lambertini. Presenti per il gruppo Iren il presidente Renato Boero, l'amministratore delegato Gianni Vittorio Armani e l'Ad di Iren Ambiente Eugenio Bertolini. I lavori di ampliamento dell'impianto, operativo dal 2016, hanno interessato due anni di cantiere per un investimento complessivo di 16,6 milioni di euro e hanno portato al raddoppio della capacità di trattamento da 45mila a 80mila tonnellate/anno.

L'innovazione caratterizza in maniera forte il nuovo impianto, grazie alla presenza di tecnologie che consentono, attraverso il telecontrollo, anche una gestione a distanza, garanzia di sicurezza e di tempestività di intervento in caso di necessità. Il rinnovato biodigestore potrà trattare 60.000 t/anno di Frazione Organica dei Rifiuti (FORSU) rispetto alle precedenti 30.000 t/anno e 20.000 t/anno di verde (sfalci e potature) rispetto alle precedenti 15.000 t/anno.

Lìimpianto, sottolinea Iren, rappresenta un perfetto esempio di economia circolare in quanto risponde ai tre principi cardine sui quali si fonda la corretta gestione dei rifiuti: la raccolta differenziata, il riciclaggio e la valorizzazione delle risorse. Attraverso il trattamento della frazione organica dei rifiuti (FORSU) mediante il processo di digestione anaerobica, il biodigestore è in grado di produrre annualmente 6 milioni di metri cubi di biometano da immettere nella rete Snam, mentre tramite un processo di digestione aerobica il materiale organico viene trasformato in compost di alta qualità destinato a diversi tipi di culture e aziende agricole. La produzione annua di compost è di 10.000 tonnellate (un quantitativo utile a fertilizzare circa 500 ettari di terreno), che vengono consegnate a diverse aziende agricole in Liguria e Piemonte.

All'interno del complesso da 26mila mq avviene il ricevimento del rifiuto organico, il pretrattamento finalizzato alla separazione dei materiali, il trattamento anaerobico, l'estrazione del biometano, la disidratazione e il successivo avvio in biocelle della frazione organica digerita per la realizzazione del compost.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli