Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    30.308,12
    -1.848,64 (-5,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Israele e lo spettro di una guerra civile. Cresce l'allarme violenze nelle città

·Giornalista, HuffPost
·1 minuto per la lettura
12 May 2021, Israel, Lod: Burnt vehicles are seen after the riots in the city of Lod, following the funeral of a 25-year-old Israeli-Arab man who was shot and killed during violent clashes between police and Israeli Arabs amid the escalating flare-up of Israeli-Palestinian violence. (Photo: picture alliance via Getty Images)
12 May 2021, Israel, Lod: Burnt vehicles are seen after the riots in the city of Lod, following the funeral of a 25-year-old Israeli-Arab man who was shot and killed during violent clashes between police and Israeli Arabs amid the escalating flare-up of Israeli-Palestinian violence. (Photo: picture alliance via Getty Images)

Mentre razzi e missili continuano ad attraversare il cielo sopra Israele e Gaza, lasciando a terra morti e distruzione, cresce l’allarme per le violenze sempre più diffuse tra arabi ed ebrei nelle città israeliane. Secondo diversi osservatori, gli ultimi sviluppi – con aggressioni a persone, automobili, negozi, uffici e hotel – rischiano di trascinare il decennale conflitto israelo-palestinese in una nuova dimensione che alcuni già chiamano guerra civile.

Nelle ultime ore violenti scontri sono divampati tra ebrei e arabi israeliani nelle città di Lod, Acri, Gerusalemme, Haifa, Bat Yam e Tiberiade. A Lod, teatro la notte scorsa di forti proteste della popolazione araba, le violenze sono proseguite nonostante le autorità avessero imposto un coprifuoco notturno tra le 20:00 e le 4:00. A Gerusalemme un arabo è stato accoltellato e gravemente ferito in un mercato da alcuni ebrei, mentre ad Acri un cittadino ebreo è stato assalito e picchiato da arabi con sassi e sbarre di metallo. A Bat Yam centinaia di estremisti ebrei hanno vandalizzato proprietà di cittadini arabi e attaccato un uomo a bordo di un’automobile.

Il ministro della Difesa israeliano Benny Gantz ha ordinato la convocazione di 10 compagnie di polizia di frontiera di riserva nelle città dove si sono verificate le violenze più gravi. L’ufficio di Gantz ha dichiarato che non permetterà che le Forze di difesa israeliane siano utilizzate per il lavoro di polizia, ma assisteranno la polizia nella “dotazione logistica”. “Siamo in un momento di emergenza”, ha detto Gantz, “c’è bisogno di massicci rinforzi delle forze sul terreno, che saranno inviati immediatamente per imporre la legge e l’ordine”.

Sono in molti a guardare con preoccupazione le violenze esplose nelle città israeliane dove convivono ebrei e arabi israeliani. “Per anni i lea...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli