Italia markets close in 52 minutes
  • FTSE MIB

    24.398,88
    -404,02 (-1,63%)
     
  • Dow Jones

    34.164,99
    -577,83 (-1,66%)
     
  • Nasdaq

    13.182,44
    -219,42 (-1,64%)
     
  • Nikkei 225

    28.608,59
    -909,71 (-3,08%)
     
  • Petrolio

    64,82
    -0,10 (-0,15%)
     
  • BTC-EUR

    45.754,41
    -1.705,64 (-3,59%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.568,41
    +1.325,73 (+546,29%)
     
  • Oro

    1.832,30
    -5,30 (-0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,2171
    +0,0037 (+0,30%)
     
  • S&P 500

    4.119,51
    -68,92 (-1,65%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.941,20
    -82,15 (-2,04%)
     
  • EUR/GBP

    0,8601
    +0,0011 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0971
    +0,0037 (+0,34%)
     
  • EUR/CAD

    1,4731
    +0,0047 (+0,32%)
     

Istat, ad aprile in aumento fiducia dei consumatori e delle imprese

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 apr. (askanews) - In aumento, ad aprile, sia l'indice del clima di fiducia dei consumatori (da 100,9 a 102,3) sia l'indice composito del clima di fiducia delle imprese (da 94,2 a 97,3). A renderlo noto è l'Istat.

Tutte le componenti dell'indice di fiducia dei consumatori sono in aumento. Il clima economico e quello personale passano, rispettivamente, da 90,2 a 91,6 e da 104,5 a 105,9. Il clima corrente aumenta da 96,7 a 97,4 e quello futuro, che registra l'incremento più marcato, sale da 107,1 a 109,6.

Quanto alle imprese, si registra un miglioramento della fiducia in tutti i settori osservati. In particolare, nell'industria manifatturiera l'indice sale da 101,9 a 105,4 e nelle costruzioni da 147,9 a 148,5. Nei servizi di mercato l'indice aumenta da 85,4 a 87,1 e nel commercio al dettaglio da 91,2 a 95,8. Nell'industria manifatturiera migliorano tutte le componenti dell'indice di fiducia mentre nelle costruzioni si assiste ad un'evoluzione positiva solo dei giudizi sugli ordini.

Per i servizi, l'aumento degli indici di fiducia è trainato dalle aspettative sugli ordini nei servizi di mercato e da quelle sulle vendite per il commercio al dettaglio. Tutte le altre componenti sono in peggioramento. Sul fronte dei circuiti distributivi del commercio al dettaglio, il miglioramento della fiducia è diffuso ad entrambi i circuiti analizzati ma con intensità diverse: nella grande distribuzione l'aumento è marcato (l'indice sale da 95,8 a 101,2) mentre nella distribuzione tradizionale è più contenuto (l'indice passa da 81,8 a 82,7).

"Ad aprile - è il commento dell'Istat - il clima di fiducia delle imprese aumenta per il quinto mese consecutivo, tuttavia il livello raggiunto è ancora leggermente inferiore a quello precedente l'emergenza sanitaria. L'aumento dell'indice riferito alle imprese è diffuso a tutti i settori ed è più marcato per l'industria manifatturiera e per il commercio".

Anche "l'indice di fiducia dei consumatori è in aumento, dopo il deterioramento registrato nel mese di marzo. In questo caso la crescita è trainata dalle aspettative sia sulla situazione economica del paese, sia su quella familiare", ha concluso l'Istituto di statistica.