Italia markets closed

Istat: al Sud crescita occupazione nel 2019 sotto media nazionale

Mlp

Roma, 30 giu. (askanews) - Nel 2019, nelle regioni del Mezzogiorno, si registra un aumento dell'occupazione pi contenuto (+0,2%), condizionato essenzialmente dalla flessione dell'industria (-0,5%). E' quanto emerge dalla stima preliminare del Pil e dell'occupazione territoriale diffusa dall'Istat.

L'occupazione (misurata in termini di numero di occupati), che a livello nazionale aumentata dello 0,6%, presenta a livello territoriale dinamiche pi disomogenee rispetto a quelle del Pil. L'aumento pi rilevante si osserva ancora una volta nelle regioni del Nord, dove il Nord-est fa da traino con una crescita del +1,2%, seguito dal Nord-ovest con un +0,8%. Le regioni del Centro e quelle del Mezzogiorno registrano, invece, una crescita dell'input di lavoro sensibilmente pi bassa rispetto alla media nazionale, rispettivamente +0,3% e +0,2%.

Per quel che concerne gli andamenti settoriali dell'occupazione, nel Nord-ovest i settori pi propulsivi sono le costruzioni (+2,6%) e l'agricoltura (+1,7%). Anche nel Nord-est le costruzioni si rivelano essere un settore molto dinamico (+2,2%), ma l'aumento pi marcato si registra negli altri servizi (+2,6%). Al Centro la crescita dell'input di lavoro pi rilevante nelle costruzioni (+1,7%) e nel commercio, pubblici esercizi, trasporti e telecomunicazioni (+1,4%). Nel Mezzogiorno incrementi si registrano nei servizi finanziari, immobiliari e professionali (+0,4%), nell'agricoltura (+0,4%) e negli altri servizi (+0,4%).